Notizie

I trentini sbancano lo snowboardcross di Passo Coe
martedì 20 febbraio 2018

Alessandro Canalia (foto Carlo Spaliviero)
Alessandro Canalia (foto Carlo Spaliviero)

Abbiamo fatto strike. Ha commentato in questo modo l’allenatore del Comitato Trentino del settore snowboard alpino Elia Detomas al termine della due giorni di snowboardcross organizzata dallo Ski Team Altipiani sul tracciato acrobatico allestito sulla pista Termental.
De effettivamente la due giorni di gare valida sia per la Coppa Italia, sia come prova del circuito Triveneto Cup ha visto i rider trentini assoluti protagonisti e in particolare tanti giovanissimi che hanno dimostrato una crescita esponenziale in quanto a determinazione e risultati.
L’altro aspetto decisamente positivo riguarda il numero iscritti, un vero proprio record per questa disciplina, visto che sabato in gara si sono presentati in 136 e la domenica ben 148, in rappresentanza di oltre 30 sci club di ben 10 Comitati d’Italia.
Rider di tutte le età che hanno affrontato paraboliche, salti, whoops senza timore e con grande determinazione. E fra i partecipanti non sono mancati atleti di assoluto livello, come la fassana Caterina Carpano reduce da tanti piazzamenti da podio in campo internazionale, e capace di confermare i pronostici e precedere le avversarie nella categoria juniores, ovvero Gloria Gelmi dell’Altipiani e Naomi Mandolla dello Ski College Veneto. Sci club che si è imposto in campo maschile grazie a Fiippo Ferrari, più lesto di Jamie Lee Castello e Jacopo Tomasi, mentre fra i senior il successo ha arriso al fassano Alessandro Cloch della Monti Pallidi.
Società di Moena che ha festeggiato anche la vittoria di Petra Basteri fra le aspiranti sull’aostana Alice Bruno, mentre fra i pari età il più preciso e determinato è risultato il piemontese Devin Castello sul valdostano Alessandro Giuseppe Cannata e sull’atleta di casa Alessandro Canalia. Ottimo quarto poi Manuel Hueber, sempre dello Ski Team Altipiani.
Questi i risultati di categoria, mentre nelle assolute fra le giovani il podio è tutto trentino con Caterian Carpano, Gloria Gelmi e Petra Basteri, nella sfida maschile Filippo Ferrari ha preceduto Alessandro Cloch e Jamie Lee Castello e fra i master il cortinese Martino Apollonio.
Particolarmente partecipate poi le sfide giovanili. Nella allievi Niccolo Colturi dello Sci club Scalve è stato il più bravo, precedendo Lorenzo Vicentini dello Ski Team Altipiani e il piemontese Andrea Giacomelli. Nono posto poi per Alessandro Vecli e tredicesimo per Davide Ercoli.
Fra le allieve successo per la bergamasca Marika Savoldelli, su Sofia Groblechner dello Ski Team Altipiani e Syria Stanchina del Team Campiglio.
Scendendo nella categoria ragazzi l’altoatesino Alessio Migliucci ha preceduto il folgaretano Mathias Plotegher dello Ski Team Altipiani, quindi Tommaso Costa del Team Campiglio ha chiuso sesto e Simone Isma della Cornacci nono.
Un podio trentino è poi giunto dalle ragazze, grazie a Drolma Dusi dell’Altipiani terza nella gara vinta dalla valdostana Camilla Maria Angiolini, con Rebecca Capretti del Team Campiglio quarta.
Fra i cuccioli terzo posto per Federico Giovannini del Team Campiglio e affermazione per la compagna di squadra Cristina Sicheri. Infine fra i baby oro per il campigliano Filippo Costa.
Il giorno precedente vittorie per Filippo Costa, Cristian Sicheri, Syria Stanchina, Lorenzo Vicentini, Petra Basteri, Alessandro Canalia, Caterina Carpano, Alessandro Cloch e podi per Federico Giovannini Aurora Dusi, Octavian Buda, Sofia Groblechner, Marilù Poluzzi e Gloria Gelmi.
E fra gli sci club? Trionfo degli organizzatori dello Ski Team Altipiani davanti al Team Campiglio.
E poi tanti complimenti anche dal responsabile per la Fisi del settore giovanile speed Nicola Bagliani, che ha voluto complimentarsi con gli organizzatori e pianificare importanti punti in vista delle prossime stagioni con tutti i club nell’incontro svoltosi all’Hotel Da Villa di Lavarone.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.