Notizie

A Campiglio si assegnano le sfere di cristallo di skialp
sabato 30 marzo 2019

Matteo Eydallin nella gara dello scorso anno
Matteo Eydallin nella gara dello scorso anno

La Coppa del Mondo di sci alpinismo 2018/2019 è giunta all’ultimo atto, che per la quarta volta nella storia del circuito – e per il secondo anno consecutivo – verrà scritto sulle nevi di Madonna di Campiglio. Da mercoledì 3 a sabato 6 aprile i migliori skilaper si sfideranno al cospetto delle Dolomiti di Brenta, dove andranno in scena una gara sprint, una vertical race e una gara individuale, determinanti ai fini dell’assegnazione delle sfere di cristallo, sia assolute che di specialità.
L’osservato speciale sarà Robert Antonioli, mattatore ai Mondiali di Villars con due medaglie d’oro, due d’argento e una di bronzo. Il valtellinese è balzato in vetta alla classifica generale assoluta nello scorso weekend a Disentis, in Svizzera, e ora punta a chiudere al meglio una stagione memorabile.
L’avversario numero uno, per lui, sarà il tedesco Anton Palzer, che attualmente lo insegue in classifica a 34 punti di distanza (580 contro 536), con il vincitore della Coppa del Mondo 2017/2018 Michele Boscacci terzo (410).
L’Italia al maschile punta forte anche sul trentino di Vermiglio Davide Magnini, il beniamino del pubblico di casa, che nello scorso weekend ha dominato la scena tra gli espoir nella tappa del massimo circuito internazionale disputata a Disentis, tornando prepotentemente in corsa per la vittoria finale. Alla vigilia dell’ultimo appuntamento della stagione, sono solo otto i punti che lo separano dal leader francese Thibault Anselmet, che sente il fiato sul collo dell’azzurro.
Il team italiano è ancora in corsa anche tra gli junior, con Giovanni Rossi (519 punti) e Sebastien Guichardaz (501) secondo e quarto nella classifica generale comandata dallo svizzero Aurelien Gay.
Il tricolore punta a salire sul podio pure nel settore femminile, con Giulia Murada che dovrà completare l’opera dopo aver dominato la scena per tutta la stagione: l’azzurra è al comando della classifica espoir con 720 punti, contro i 485 della francese Lena Bonnel e i 370 di Ilaria Veronese, impegnata a difendere la propria posizione nella top 3.
Tra le senior, graduatoria alla mano, si profila un derby spagnolo tra Claudia Galicia Cortina (559 punti) e Nahia Quincoces Altuna (534), con la bellunese Alba De Silvestro pronta a inserirsi, terza con 445 punti, mentre tra le junior comanda nettamente la russa Ekaterina Osichkina (900 punti), seguita in classifica da Samantha Bertolina (530) e dalla trentina Valeria Pasquazzo (450).
Il programma della tre giorni campigliana, organizzata dal Comitato 3Tre e dall'ApT di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, verrà aperto mercoledì 3 aprile dalla spettacolare sprint sul pendio del Canalone Miramonti, con qualificazioni alle ore 16,30 e batterie di finale a partire dalle 20, in notturna.
Giovedì 4 aprile alle ore 18.00 invece, sarà la volta della vertical race sulla pista Spinale Diretta, a precedere il gran finale di sabato 6 aprile, quando andrà in scena la 45esima Ski Alp Race Dolomiti di Brenta. Lo start verrà dato alle 9,30 per le categorie senior ed espoir maschili e alle 9,45 per senior donne, espoir donne e junior maschi. Alle 10,15, infine, toccherà alle junior donne.
Le premiazioni finali si terranno alle ore 14 al Palacampiglio, mentre quelle delle gare sprint e vertical avranno luogo in Piazza Sissi alle ore 17.30 di venerdì 5 aprile, nella giornata di riposo per gli atleti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.