Notizie

L'oro sfumato di Jerta Schir a Bad Gastein
mercoledì 13 maggio 2020

La folgaretana Jerta Schir in azione
La folgaretana Jerta Schir in azione

LO SAPEVATE CHE…. La folgaretana Jerta Schir sfiorò la medaglia alle Olimpiadi di Squaw Valley del 1960 piazzandosi al quinto posto nella discesa libera vinta dalla tedesca Heidi Biebl, con l’altra azzurra Pia Riva quarta. Nelle altre due gare ottenne il 15° posto in gigante e il 22° in slalom. La gara che però la campionessa di Serrada porta nel cuore seppure con tanta amarezza, tant’è che la sua foto in azione è ritratta su un murale nella parete della sua villa, è la discesa libera ai Campionati Mondiali di Bad Gastein (Austria) nel 1958. Fino a duecento metri dal traguardo aveva il miglior tempo provvisorio con due secondi di vantaggio sulla canadese Lucille Wheeler, che poi si mise al collo la medaglia d’oro, quando a causa di una spigolata cadde dando addio ai sogni di gloria. Per Jerta sarebbe stata la gara della vita. Rialzatasi ha poi chiuso 27ª, mentre nelle altre due gare dei mondiali austriaci ottenne un 8° posto in gigante e un 21° in slalom. Partecipò poi ai mondiali di Chamonix nel 1962, ottenendo un 16° posto in gigante e un 23° in discesa libera.
Ai campionati italiani ha invece vinto un titolo nello slalom gigante nel 1959 e tre nello slalom nel 1958, 1961 e 1962.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,188 sec.