Notizie

L'ultimo atto di combinata parla tedesco
domenica 13 gennaio 2019

Alessandro Pittin
Alessandro Pittin

La Val di Fiemme sorride alla Germania. Dopo il primo trionfo stagionale di Johannes Ryzdek nella Gundersen di venerdì e il doppio podio nella team sprint del sabato, la nazionale tedesca si regala una magnifica doppietta nella gara conclusiva della tappa italiana di Coppa del mondo di combinata nordica: a vincere per la prima volta in carriera è Vinzenz Geiger con un attacco magnifico all'ultimo giro che ha stroncato anche la resistenza di Johannes Ryzdek, fortemente motivato dalla possibilità di rosicchiare punti in classifica generale a Jarl Magnus Riiber, oggi assente. Terzo posto per il giapponese Akito Watabe, che ha resistito per i primi due giri insieme ai tedeschi, poi ha mollato, ma riuscendo a strappare un posto sul podio a Rehrl, che aveva vinto la prova di salto. Ryzdek sale comunque a 581 punti, ma deve recuperarne ancora 149 a Riiber.

Il migliore degli azzurri è stato ancora una volta Alessandro Pittin, che stavolta partiva troppo lontano per sperare in un piazzamento nella top ten. L'azzurro non ha ripetuto il gran salto di sabato nella team sprint ed era 25° con un gap di 2'22": ha rimontato qualche posizione chiudendo 17° e conservando il pettorale rosso di leader del Best Skier Trophy, andando più veloce di Magnus Krog. Ventunesimo posto per Samuel Costa, gli altri tre azzurri Raffaele Buzzi, Aaron Kostner e Manuel Maierhofer hanno chiuso rispettivamente 34°, 35° e 44°. Prossimo appuntamento in Francia, a Chaux-Neuve, con tre Gundersen consecutive dal 18 al 20 gennaio.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,672 sec.