menu
Skiroll

Matteo Tanel vince la Coppa del Mondo di skiroll

Matteo Tanel (foto Becchis)
Matteo Tanel (foto Becchis)

La Coppa del Mondo di skiroll senior maschile ritorna in Italia grazie ad un superlativo Matteo Tanel. Nel 2013 vinse Eugenio Bianchi e poi è stato un continuo dominio svedese con Johansson e poi Robin Norum.
Una stagione da incorniciare per il bolzanino che si è messo in luce fin dalle prove di Pechino, poi le medaglie mondiali: l'oro nella Team Sprint con Francesco Becchis e l'argento individuale nella mass start. Un'ottima trasferta a Khanty Mansiysk, dove Matteo ha recuperato parte della differenza punti sui due scandinavi Ragnar Bragvin Andresen e Victor Gustafsson.
Soli 5 punti separavano i tre contendenti e poi il capolavoro di Matteo che sul Bondone infliggeva un buon distacco sui due pretendenti alla vittoria finale. Infine la gara di sabato con la vittoria nella mass start di Ziano.
Oggi sulla prova del Cermis era importante controllare i due scandinavi e così è stato. Eugeniy Dementiev è stato ancora una volta il re del Cermis ma Matteo Tanel è giunto secondo a 11.7 e 3° un ottimo Luca Curti. Buona prova per Emanuele Becchis che è giunto quinto a soli 1:18.5 dalla vetta.
Gli altri azzurri: 12° Michael Galassi, 13° Francesco Becchis, 15° Jacopo Giardina, 19° Michele Valerio, 27: Simone Ripamonti e 36° Alessio Berlanda.
Tra le senior femmine la vittoria è andata alla svedese Linn Soemskar, 2a la compagna Moa Olsson e 3a Alena Prochazkova (Svk). 12a Anna Bolzan e 16a Lisa Bolzan.
Fra gli junior Elisa Sordello trionfa sul Cermis e Laura Mortagna si aggiudica la Coppa del Mondo. Elisa Sordello ha aspettato l'ultima gara in programma per sferrare l'attacco deciso che le ha permesso non solo di salire per la prima volta sul podio in una gara di Coppa del Mondo, ma addirittura di vincere il mini-tour del Trentino. Per lei ottime prestazioni erano giunte sia dalla tappa russa, che dalle altre prove del mini-tour, ma a sorpresa si è rivelata la più forte sull'ultima temibile salita.
Sul podio al secondo posto è giunta l'ucraina, vincitrice sul Bondone, Daryna Kovalova e terza la tedesca Merle Richter, 6a Giulia Cozzi, 7a Laura Mortagna, che si è aggiudicata la Coppa del mondo juniores, 8a Alba Mortagna, 9a Maria Gismondi.
Tra gli junior maschi la vittoria è andato al forte svedese Johan Ekberg davanti al connazionale Gisselman e al norvegese Korsaeth. 4° un ottimo Andrea Gartner e 5° Gianmarco Gatti, 11° Alberto Tognetti.

Nelle gare di sabato a Ziano di Fiemme per l’Italia è giunto un primo e un terzo posto nella 15 km maschile con partenza a massa, penultima tappa di Coppa del mondo. Matteo Tanel è salito sul gradino più alto del podio con il tempo di 23'45"1 davanti al russo van Anisimov, battuto di 3"3, mentre Emanuele Becchis si è piazzato terzo a 3"8 al termine di una competizione spettacolare e ricca di colpi di scena. Con questo successo (e il quinto podio della stagione), Tanel sale nella generale a 587 punti contro i 548 del norvegese Ragnar Andresen e i 530 dello svedese Victor Gustafsson, quando manca solamente la pursuit di domenica 15 settembre che chiuderà anche il minitour trentino e assegnerà punteggi doppi. La classifica di giornata vede anche il quinto posto di Jacopo Giardina, il settimo di Francesco Becchis, il dodicesimo di Luca Curti e il quindicesimo di Michael Galassi, più attardati gli altri azzurri. In campo femminile la svedese Linn Soemska ha preceduto la slovacca Alena Prochazkova e la russa Svetlana Nikolaeva, settima Lisa Bolzan e nona Anna Bolzan.
Grandi soddisfazioni per l'Italia sono arrivate anche nella categoria juniores con il trionfo di Alba Mortagna (quarta la sorella Laura e settima Giulia Cozzi), fra gli uomini quarto Gianmarco Gatti e quinto Andrea Gartner.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.