menu
Sci Club

La stagione del Falconeri riparte col Progetto Talenti

I premiati del progetto "Giovani Talenti"
I premiati del progetto "Giovani Talenti"

SPAZIO SCI CLUB - Un momento di bilancio e di ripartenza per il Falconeri Ski Team, società che ha voluto inaugurare la stagione sportiva 2021/2022 nella Tenuta Preella di Cantina Bolla, dove si è svolta una splendida serata ricca di emozioni e sorrisi, insieme ai partner, allo staff dei sodalizi e ai ragazzi del progetto “Giovani Talenti”.
È stato un incontro ricco di emozioni durante il quale il presidente Angelo De Cesari assieme al direttivo del Falconeri Ski team ha salutato la stagione 2020-21 ed ha presentato i progetti relativi alla prossima stagione. È stato un momento condiviso con il proprio prezioso staff per programmare il futuro prossimo. Futuro che prevede la conferma di tutti i gruppi agonistici, dimostrazione che il percorso intrapreso negli ultimi anni ha preso la giusta direzione organizzativa e operativa.
Non poteva mancare il momento dei riconoscimenti, nel quale sono stati premiati i “Giovani Talenti” saliti sul podio ai campionati trentini, ai campionati italiani, al Pinocchio sugli Sci e al Memorial Fosson, portando in alto i colori del Falconeri Ski Team.
Il presidente del sodalizio affiliato al Comitato Trentino Fisi Angelo De Cesari nel suo intervento ha voluto soffermarsi su alcuni aspetti significativi: «Con grande orgoglio rinsaldiamo il progetto “Giovani Talenti”, relativo alle categorie children e junior, nel quale crediamo molto e che potrà proseguire grazie all’intervento dei nostri partner. In particolar modo con il partner Bolla nei prossimi anni verrà istituito un percorso formativo di eccellenza. Un progetto di altro profilo, grazie al quale gli atleti selezionati dal club potranno usufruire di tutti gli strumenti necessari alla loro crescita sportiva, ma anche scolastica ed umana. Talento, qualità e alto profilo i valori che portiamo avanti con questo virtuoso progetto. Si è conclusa una stagione impegnativa e complessa che ha regalato a tutti noi il grande privilegio di poter praticare a livello agonistico il nostro amato sport, immersi nella natura e senza tralasciare momenti di socializzazione sportiva. In conclusione mi piace evidenziare che lo sport è e deve continuare a essere un percorso formativo ed educativo per i nostri atleti».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.