Notizie

De Aliprandini spreca un'occasione d'oro ad Adelboden
sabato 11 gennaio 2020

Luca De Aliprandini (Pentaphoto)
Luca De Aliprandini (Pentaphoto)

Luca De Aliprandini ad un passo dal paradiso nel gigante di Adelboden. L’alfiere del Gs Fiamme Gialle, in testa dopo la prima manche, non si è certo risparmiato nella seconda run, e all’intertempo aveva addirittura portato a 30 centesimi il suo vantaggio sul leader provvisorio Zan Kranjec. Purtroppo la sua aggressività e la voglia di centrare un risultato storico lo ha visto uscire di scena, scivolando su uno scarpone e non riuscendo più a rientrare nel tracciato.
A vincere è dunque stato il croato Zan Kranjec. Sesto dopo la prima manche, lo sloveno ha rimontato ed ha chiuso davanti a tutti, anticipando di 29 centesimi il croato Filip Zubcic. Terzo gradino del podio per il francese Victor Muffat-Jeandet, autore di una grande seconda run conclusa a 64 centesimi dal vincitore. In casa Italia è grande il rimpianto dopo una prima parte di gara grandiosa, che aveva visto al comando Luca De Aliprandini seguito da Giovanni Borsotti.
L'azzurro si può comunque consolare con la grande prova offerta nella prima manche al pari di Borsotti, che però non è riuscito ad andare oltre la 14esima piazza finale. Il 29enne di Bardonecchia ha commesso qualche errore di troppo ma è riuscito comunque a portare a casa punti importanti in ottica classifica. Non può dire lo stesso Manfred Moelgg, caduto a metà della sua manche, mentre Andrea Ballerin, Giulio Bosca, Hannes Zingerle e Simon Maurberger non hanno conquistato il pass per la seconda metà della prova.
Queste le parole di Giovanni Borsotti al traguardo: "Ieri avrei firmato per un 14esimo posto, ma dopo la prima manche di oggi c'è un po' di delusione. La accetto anche perchè ho conquistato punti importanti sciando bene. Nella manche conclusiva ho subito di più la pista".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.