Notizie

Medaglie mondiali per Daprà, Franchi e Ticcò in staffetta
sabato 7 marzo 2020

La staffetta under 23 con Simone Daprà e Francesca Franchi
La staffetta under 23 con Simone Daprà e Francesca Franchi

Arrivano dalle staffette le medaglie trentini ai campionati Mondiali Giovanili di fondo ad Oberwiesenthal, in Germania. Simone Daprà e Francesca Franchini hanno contribuito alla conquista della medaglia di bronzo nella staffetta mista under 23 e il fassano Giovanni Ticcò assieme ai compagni si è messo al collo un altro bronzo nella gara a squadre nella categoria junior.
Nella staffetta mista under 23 che concludeva la manifestazione iridata, l'Italia ha conquistato la medaglia di bronzo, la prima nella specialità sulle undici portate a casa nella storia. Anna Comarella, Simone Daprà, Martin Coradazzi e Francesca Franchi i protagonisti di questa impresa resa possibile anche grazie ad una ottima strategia. Comarella, non al meglio della condizione, ha retto bene in una difficile prima frazione dove era fondamentale non staccarsi eccessivamente dalle prime posizioni. Il distacco limitato (circa 10 secondi) è stato colmato da un buon Simone Dapra, il quale ha poi dato il cambio al più giovane azzurro in gara, Martin Coradazzi. Il 21enne friulano non si è fatto prendere dall'ansia ed ha effettuato il sorpasso sulla temibile Svezia, restando contemporaneamente in scia alla Germania. Decisivo per il podio è stato il lavoro di Francesca Franchi, brava nel mettersi davanti al team teutonico e a tenere un ritmo alto fino al traguardo. L'Italia saluta così la Germania con la bellezza di quattro medaglie (un argento e tre bronzi), equamente divise tra juniores ed under 23: il bilancio è positivo, e i due podi centrati nelle staffette testimoniano la competitività di tutti i fondisti della squadra azzurra.
Il giorno precedente era andata in scena la staffetta junior con grande protagonista Mattia Armellini, già vincitore di due medaglie in terra tedesca. Gara in cui il team italiano ha potuto celebrare un fantastico bronzo: oltre al sappadino hanno partecipato Michele Gasperi, Giovanni Ticco e Francesco Manzoni. Se Gasperi e Ticco hanno combattuto e retto nelle difficoltà rimanendo attaccati ai migliori, Graz e Manzoni hanno messo quel qualcosa in più che ha reso possibile la conquista nella medaglia.
Il primo ha chiuso la propria frazione al secondo posto, il 19enne di Valfurva invece ha rimontato e superato nel finale il rivale svizzero Valerio Grond. Qualità e tanto cuore hanno permesso agli azzurri di festeggiare ancora: meglio di loro hanno fatto solo Stati Uniti e Canada.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.