Notizie

Nel 1988 a Campiglio esordì il metodo Gundersen nel fondo
venerdì 24 luglio 2020

Lo svedese Gunde Svan
Lo svedese Gunde Svan

LO SAPEVATE CHE… il 16 e 17 dicembre 1988 sulle piste di Campo Carlo Magno a Madonna di Campiglio venne adottato per la prima volta un nuovo tipo di gara per lo sci di fondo. Ovvero una doppia gara ispirata, nel meccanismo al «metodo Gundersen» già utilizzato dalla combina nordica dal 1985. Si trattò di correre due 15 km in due giorni differenti. Nella prima giornata la partenza avviene a cronometro e si utilizza la tecnica di pattinaggio; nel secondo giorno (tecnica tradizionale a passo alternato) parte per primo il migliore della “prima manche” e gli altri concorrenti lo seguono a distanza di tempo pari al ritardo accumulato nel primo giorno. In pratica una corsa ad inseguimento e chi taglia per primo il traguardo vince. Una formula che continua a destare grande interesse e che si trova tutt’oggi nei calendari internazionali, nazionali e territoriali. Nel dicembre 1988 a Campo Carlo Magno vinse lo svedese Gunde Svan davanti al connazionale Torny Mogren.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.