menu
Sci Alpino

Riscatto di De Aliprandini sulla «Compagnoni»

Luca De Aliprandini (Pentaphoto)
Luca De Aliprandini (Pentaphoto)

Il talento di Marco Odermatt emerge a caratteri cubitali sulla pista di Deborah Compagnoni, dove il ventitreenne svizzero ha dominato la concorrenza nel secondo gigante maschile di Coppa del mondo che recuperava la gara cancellata a Val d'Isère. Odermatt, tempo totale di 2'08"42, ha scavato un solco netto fra sè e la concorrenza, e alla fine festeggia il secondo trionfo della carriera dopo quello di Beaver Creek di un anno fa, lasciando gli avversari a giocarsi il resto delle posizioni sul podio, tutti racchiusi nello spazio di pochi decimi. Dietro a lui si sono piazzati così lo statunitense Tommy Ford a 73 centesimi e un arrembante Filip Zubcic, il re della gara di due giorni fa, capace di recuperare addirittura dal ventunesimo posto della prima manche, con un ritardo conclusivo di 75 centesimi.
Molto bene in chiave azzurra Luca De Aliprandini. Il trentino, quattordicesimo al mattino, ha tirato fuori una seconda manche di grinta e aggressività, che gli sarebbe valsa un podio certo, se non fosse stato penalizzato da un errore dopo il secondo intermedio che gli ha fatto perdere decimi preziosi. L'appuntamento con il primo podio è ancora rimandato, ma sciando come in questa occasione Luca non tarderà a raggiungerlo.
È finalmente felice De Aliprandini: «Avevo bisogno di una prova così, perchè sabato ero veramente demoralizzato della mia prestazione. Oggi sono rimasto tranquillo, nella mia sciata mancava un po' di fiducia, però mi sono ripreso bene. Peccato l'errorino dopo il secondo intermedio, dove ho perduto velocità in vista del piano conclusivo, mi ha lasciato sicuramente un bel rammarico. Però guardiamo positivo, sono riuscito a fare un passo avanti e vado a casa soddisfatto. A parte Odermatt che oggi ha fatto una gran gara, tutti gli avversari me compreso siamo molti vicini».
A punti sono finiti anche Stefano Baruffaldi e Riccardo Tonetti. Il ventottenne lecchese ha assaporato la gioia della top-30 per la prima volta in carriera con la 24esima piazza, il bolzanino era al rientro dopo l'infortunio estivo al perone e il 27simo è un punto di partenza per le prossime settimane di competizioni. Non qualificati per la seconda manche Hannes Zingerle, Roberto Nani, Alex Hofer, Guovanni Borsotti e Daniele Sorio, la classifica generale vede al comando Alexis Pinturault con 195 punti davanti a Zubcic con 148 e a Odermatt con 140.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.
aperte le iscrizioni