menu
Sci Alpino

Vinatzer illumina d'azzurro la notte della 3Tre

Alex Vinatzer (Pentaphoto)
Alex Vinatzer (Pentaphoto)

Arriva il secondo podio in carriera in Coppa del mondo per Alex Vinatzer nello slalom di Madonna di Campiglio. Il ventunenne finanziere terzo nello scorso mese di gennaio a Zagabria, si è ripetuto sul celebre Canalone Miramonti della pista 3-Tre, riprendendosi quanto il destino gli aveva tolto il giorno precedente sulla Gran Risa dell'Alta Badia. Terzo al termine della prima manche, Vinatzer ha continuato ad attaccare su un pendio che si era inevitabilmente rovinato con il passaggio dei concorrenti, e alla fine ha ceduto solamwente all'irresistibile ritorno di Henrik Kristoffersen (al terzo trionfo su questa pista), capace di recuperare dal dodicesimo posto, e all'altro vichingo norvegese Sebastian Foss-Solevagg, che aveva siglato il miglior tempo nel pomeriggio trentino, per una classiica che vede i primi diciassette atleti racchiusi in mneo di 1".

Altri tre azzurri si erano qualificati per la seconda manche: Manfred Moelgg ha mantenuto il quindicesimo posto, mentre Simon Maurberger è risalito dalla ventinovesima alla ventitreesima piazza, con un recupero di sei posizioni. Fuori Stefano Gross quando si trovava tredicesimo. Non qualificati per la seconda manche Federico Liberatore e Tobias Kastlunger. La classifica generale di coppa vede al comando Pinturault (quinto nell'occasione) con 440 punti davanti agli assenti Aleksander Kilde con 375 e Marco Odermatt con 340. Nella classifica di slalom Kristoffersen è in testa con 140 punti, seguono Manuel Feller con 130, Ramon Zenhausern con 120 e lo stesso Vinatzer con 110. Il prossimo slalom è in programma a Zagabria mercoledì 6 gennaio, prima tocca alle gare veloci di Bormio (discesa lunedì 28 dicembre e supergigante martedì 29 dicembre).

Hanno detto

Alex Vinatzer: "Lunedì per pochi centesimi sono sceso dal podio, stavolta per un centesimo di vantaggio l'ho raggiunto. Sono soddisfatto perchè nell'ultimo mese ho passato un momento difficile, abbiamo fatto un grande lavoro con il team. La pista nella seconda manche era tosta, quando sono uscito dal secondo dosso mi sono accorto che era ben rovinata, però ho tenuto duro e alla fine siamo riusciti a conquistare questo benedetto podio. Non abbiamo ancora la costanza di mettere insieme due manches costanti, adesso arriva Zagabria, credo che faremo un bel mese di gennaio. Complimenti a Kristoffersen, cercheremo di batterlo già dalla prossima volta".

Simon Maurberger: "Nella seconda manche ho cercato di fare più curve veloci, anche se non mi è riuscito in pieno, ho cercato di sfruttare la pista al meglio. Cerco di prendere confidenza in allenamento, sono un po' in ritardo rispetto agli altri, ripartirò dallo slalom di Zagabria e poi farmeo il punto della situazione. Nelgi ultimi mesi non ho più fatto gigante, evo prima di capire come reagirà il ginocchio a questi sforzi".

Manfred Moelgg: "Sono abbastanza soddisfatto della mia prestazione, ho commesso un errore nella seconda manche che mi ono costati almeno due decimi, però sono sicuro che torneranno pure quelli. La aciata comunque è buona, chiaramente mi piacerebbe essere lì davanti, ma ci arriverò. Mi dispiace avere gareggiato senza pubblico, speriamo di averlo il prossimo anno".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.
aperte le iscrizioni