menu
Sci Alpino

Beatrice Sola è campionessa italiana under 18

Beatrice Sola nel gigante di Pila (foto ufficio stampa Asiva)
Beatrice Sola nel gigante di Pila (foto ufficio stampa Asiva)

Tiziano Mellarini con Beatrice Sola sulle piste di Pila
Tiziano Mellarini con Beatrice Sola sulle piste di Pila

Dopo il podio sfiorato nella prima giornata dei campionati italiani aspiranti è giunta finalmente la prima medaglia per il Comitato Trentino della Fisi sulle piste di Pila. Ed è del metallo più prezioso ed è giunta nello slalom gigante dalla sciatrice più attesa, la trentina di Sardagna Beatrice Sola, che è riuscita a stabilire il miglior tempo al termine di due tiratissime manche. Nel computo delle due frazioni la talentuosa ragazza inserita nel Progetto Trentino Azzurro è riuscita a staccare di 5 centesimi la cortinese Ambra Pomarè e di 20 centesimi la modenese Carlotta De Leonardis, quest’ultima autrice del miglior tempo recuperando ben tre posizioni rispetto al risultato di metà gara.
Un altro alloro dunque nel straordinario percorso di crescita della 18enne Beatrice Sola, tesserata per il Falconeri Ski Team, sempre a medaglia in tutte le rassegne giovanili nelle ultime stagioni e capace di mettersi al collo anche l’oro in uno slalom gigante complicato con tante atlete in grado di giocarsi il podio. Basti pensare che al termine della prima manche la trentina aveva stabilito il miglior tempo, con un vantaggio però di soli 4 centesimi su Ambra Pomaré e su Aurora Zavatelli, entrambe con l’identica prestazione. Quarta aveva chiuso una delle favorite, la piemontese Melissa Astegiano e quinta l’altoatesina Emma Wieser a 15 centesimi.
I distacchi sono risultati risicatissimi anche al termine della seconda run, fra l'altro tracciata dal responsabile tecnico del Trentino Ski Team Enrico Vicenzi, dove la Sola ha terminato con il tempo di 1’59”12, avendo la meglio per 5 centesimi della veneta Ambra Pomarè, quindi bronzo a 20 centesimi dalla vincitrice per Carlotta De Leonardis. Seguono in classifica Aurota Zavatarelli, Emma Wieser e Melissa Astegiano. Positivo anche il nono posto di Desiree Baitella del Campiglio Ski Team, con un ritardo di 1 secondo e 75 centesimi. Terza fra le ragazze trentine è Martina Ronchi della Polisportiva Alpe Cimbra (23esima), quindi Asia Carpano dello Ski Team Fassa e Ski College Val di Fassa 40esima.
A portare fortuna a Beatrice Sola ci ha pensato pure il presidente del Comitato Trentino Tiziano Mellarini, che in queste giornate clou dei campionati italiani under 18 ha voluto essere presente sui campi di gara per motivare gli atleti, assieme al suo fido collaboratore Sergio Franceschinelli. E pare proprio che siano riusciti nel loro intento.
Gara sul filo dei centesimi anche al maschile con vittoria assoluta della gara Fis per lo statunitense Benny Brow, ma medaglia d’oro aspiranti per Fabio Allasina, cuneese di Frassino, che è riuscito a precedere di 17 centesimi il cuneese di Limonte Piemonte Edoardo Saracco, capace di recuperare ben 9 posizioni nella seconda manche grazie al miglior tempo di frazione. La medaglia di bronzo è invece altoatesina per sci club di appartenenza, ma comasca per residenza. Merito di Francesco Riccardo Zucchini, alfiere dello sci club Prato allo Stelvio che ha accusato un ritardo di 19 centesimi dall’oro e soli 2 centesimi dall’argento.
Per quanto riguarda la squadra del Comitato Trentino Fisi il migliore è Thomas Mattioli del Val di Fiemme Ski Team, che ha concluso 24°, quindi Matteo Vignola del Città di Rovereto è 44°, il suo compagno di squadra Tommaso Speri 52° e Pietro Gasperi del Val di Fiemme Ski Team 54°.
La squadra del Comitato Trentino Fisi, presente anche con l'allenatore Mattia Facchinelli, spera di centrare risultati di rilievo già nel doppio appuntamento del sabato con il superG e la combinata alpina.

Le classifiche

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.
aperte le iscrizioni