menu
Snowboard

Primo successo in Coppa del Mondo per Mirko Felicetti

Mirko Felicetti (Pentaphoto)
Mirko Felicetti (Pentaphoto)

A 28 anni arriva la prima vittoria in Coppa del Mondo per il moenese Mirko Felicetti. Nel gigante parallelo di Blue Mountain, in Canada, l’alfiere del Circolo Canottieri Aniene, dopo sei podi in Coppa del mondo senza mai salire sul gradino più alto, ha rotto finalmente il ghiaccio vincendo addirittura a pari merito la big final disputato contro l'austriaco Benjamin Karl, fatto mai accaduto nella storia della disciplina. Per l'Italia è il podio numero 25 della stagione, l'undicesimo trionfo considerando tutte le discipline dello snowboard, che confermano il ruolo di primo piano delle formazioni dirette da Cesare Pisoni.
"Sono molto felice per me, i miei compagni e tutto il team – ha commentato a fine gara il moenese - . Credo di avere disputato una buona prova, forse potevo fare qualcosa di meglio nelle qualificazioni, ma poi la fase a eliminazione diretta è andata decisamente meglio. Volevo cambiare tavola, alla fine non ho modificato il set up ed è andata bene. Cerchiamo di andare avanti e ripeterci anche nella gara di domenica".
Nella gara domenicale Mirko non è però riuscito a riconfermarsi, uscendo di scena agli ottavi di finale per soli 5 centesimi nella run contro il russo Igor Sluev. Stessa sorte agli ottavi anche per l’altoatesino Roland Fischnaller che però ha vinto la generale della Coppa del Mondo di parallelo. Il fenomenale 39enne campione dello snowboard aveva bisogno di una decina di punti per essere aritmeticamente certo di avere conquistato per la prima volta in carriera la graduatoria che somma i punti del gigante a quelli dello slalom, e il piazzamento è puntualmente arrivato addirittura nelle qualificazioni del secondo PGS di Blue Mountain, in Canada, dove ha realizzato il terzo tempo complessivo. A tre gare dalla conclusione, il suo vantaggio sulla concorrenza è diventato incolmabile e si aggiunge al trionfo già arrivato nella singola specialità del gigante. Sul podio nella gara di domenica è invece salito l'altoatesino Edwin Coratti, terzo nella finalina. Per l'azzurro si tratta del nono podio in carriera.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.