menu
Sci Fondo

Ilaria Debertolis saluta l'agonismo

Ilaria Debertolis agli assoluti di Passo Cereda
Ilaria Debertolis agli assoluti di Passo Cereda

La primierotta Ilaria Debertolis ha deciso di dire stop con l’agonismo. La fondista di Tonadico, cresciuta nelle fila dell’Us Primiero e figlia di Paolo Debertolis, per decenni punto di riferimento tecnico per la disciplina nella valle ai piedi delle Pale di San Martino, ha deciso di chiudere la carriera e di dedicarsi alla vita privata all’età di 31 anni dopo aver difeso per anni i colori delle Fiamme Oro e dell’Italia in ambito internazionale.
Un percorso decisamente rilevante se consideriamo che ha partecipato a 5 edizioni dei campionati mondiali a due Olimpiadi Invernali a due campionati mondiali junior e a tre mondiali under 23. Per quanto riguarda la sua esperienza in Coppa del Mondo racchiude ben 151 presenze e 8 piazzamenti nella top ten. Il suo esordio in Coppa del Mondo risale al 2012 in quel di Oberstdorf, quindi l’ultima apparizione lo scorso 10 gennaio in Val di Fiemme al Tour de Ski.
Ilaria ha ufficializzato la sua decisione ai suoi 14.500 follower su Instagram con le seguenti parole: «Dopo tanti anni da atleta è arrivato il momento di appendere gli sci al chiodo e chiudere questo capitolo della mia vita. Lo sci di fondo è uno sport meraviglioso. Mi ha insegnato tanto e mi ha fatto diventare la persona che sono oggi. Ringrazio tutte le persone che hanno creduto in me e che mi hanno sostenuta in tutti questi anni. Adesso si apre un nuovo capitolo…».
Quale capitolo? Professionalmente indosserà la divisa di poliziotto per il momento presso il Centro di Addestramento Alpino di Moena, ma il suo desiderio è pure quello di metter su famiglia con il compagno Dietmar Noeckler, che invece proseguirà ancora il proprio percorso sportivo.
Analizzando la carriera di Ilaria Debertolis, oltre ad un numero rilevante di medaglie ai campionati italiani giovanili con l’Us Primiero e con la squadra del comitato Trentino, ha partecipato a due edizioni dei mondiali junior: Malles Venosta nel 2008 e Praz de Lys Sommand nel 2009. Sono risultate tre poi le presenze ai mondiali under 23: la prima ad Hinterzarten (Germania) nel 2010, quindi l’anno successivo a Oetppa (Estonia) e nel 2012 ad Erzurum (Turchia).
Ai campionati Mondiali assoluti ha vestito per cinque volte la maglia azzurra. La prima volta in occasione dell’appuntamento di casa in Val di Fiemme 2013, dove ottenne un quinto posto nella team sprint con Marina Piller, quindi a Falun (Svezia) nel 205 con migliore risultato un 11° posto nella team sprint. Due anni dopo (2017) sulle piste finlandesi di Lahti concluso 9ª in staffetta e 10ª nella team sprint, quindi nel 2019 a Seefeld fece registrare come miglior risultato il 7° posto in staffetta e ad Obersdorf 2021 ottenne un 32° posto nella 10 km a skating.
Nella sua rilevante esperienza sportiva può vantare anche due presenze ai Giochi Olimpici. Nel 2014 a Sochi (Russia) ottenne come miglior risultato il 12° posto nella team sprint, mentre nel 2018 a PyeongChang (Corea del Sud) centrò il nono posto in staffetta.
Ilaria Debertolis può dunque vantare una bacheca di risultati di primo piano, che metterà in bella evidenza nella sua nuova residenza a Falzes, in Val Pusteria, assieme al compagno Dietmar Noeckler. Strano scherzo del destino: la sua ultima gara ufficiale è stata la 30 km dei campionati italiani assoluti a Passo Cereda, proprio sulla pista dove ha mosso i primi passi agonistici e dove ha chiuso il cerchio della sua straordinaria esperienza sportiva.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.