menu
Sci Fondo

Sabato la Marcialonga riceve l'Aquila di San Venceslao

IL gruppo dirigenti e volontari di Marcialonga
IL gruppo dirigenti e volontari di Marcialonga

La Marcialonga, dall’alto delle sue 48 edizioni, è uno degli eventi simbolo del Trentino, un brand conosciuto in tutto il mondo che racchiude l’aspetto sportivo, ma pure un grande lavoro di squadra che il Comitato Organizzatore presieduto da Angelo Corradini e diretto da Davide Stoffie con il proprio staff professionale. Un evento che racchiude due valli coinvolgendo ogni comune e soprattutto tanti volontari, rappresentando un’eccellenza assoluta.
Non è dunque un caso che la Provincia Autonoma di Trento abbia deciso di conferire proprio al Comitato Organizzatore della Marcialonga l’Aquila di San Venceslao, quale riconoscimento per i meriti culturali, educativi, sociali, economici, sportivi ed istituzionale che la manifestazione ha sviluppato nei suoi cinquant’anni di storia.
La cerimonia di consegna del riconoscimento da parte del presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti è prevista per sabato 26 giugno a Moena. Data e luogo della cerimonia non sono casuali, visto che verrà celebrato il luogo dove tutto ebbe inizio il 7 febbraio 1971, nel giorno del Santo Patrono del Comune di Moena: San Vigilio.
Il programma dell’evento prevede alle ore 6 del sabato la sveglia del Paese con un concerto della Banda Comunale di Moena, quindi alle 10 la Santa Messa presso la Chiesa San Vigilio e alle 11,3 in piazza de Sotegrava la cerimonia di conferimento dell’Aquila di San Venceslao.
A seguire è prevista l’inaugurazione dell’esposizione «Marcialonga 50Y», che rimarrà aperta per tutta la stagione estiva in centro a Moena. L’iniziativa è promossa da Marcialonga, Fondazione Museo Storico del Trentino e Comune di Moena, che in occasione del cinquantesimo anniversario della Marcialonga hanno voluto valorizzare la storia dell’evento per sottolinearne la sua importanza, oggi, in Trentino e a livello internazionale, in un’epoca in cui gli sport invernali significano non soltanto competizione, ma anche turismo, storia, socialità e divertimento.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.