menu
Sci Fondo

Busin oro e Brigadoi argento alla Bondone Skimarathon

L'arrivo vittorioso di Lorenzo Busin (foto Merler)
L'arrivo vittorioso di Lorenzo Busin (foto Merler)

Tornata dopo un anno di stop, la settima Viote Monte Bondone Nordic Skimarathon si è presa il lusso di incoronare i nuovi campioni italiani amatori e master di sci di fondo a tecnica classica. In una giornata caratterizzata da un forte e gelido vento, a mettersi al collo la medaglia d’oro sono stati l’agordino Lorenzo Busin del Team Internorm Trentino Zorzi Max e la laziale con passaporto trentino Marta Gentile, tesserata con il Robinson Ski Team, entrambi dopo aver prodotto una prestazione simile. Già a metà gara, infatti, sia Busin sia la Gentile hanno deciso di abbandonare le tattiche, scommettendo sulle proprie energie, incrementando così il ritmo e seminando gli avversari. Al termine della 30 km il bellunese ha concluso con il tempo di 1h16’29”, precedendo di 36 secondi il predazzano Mauro Brigadoi e di 54 secondi il fiemmese d’adozione Francesco Ferrari (cresciuto a Frassinoro ora vive a Predazzo), per un podio completamente targato Team Internorm Trentino Zorzi Max (by SottoZero).
Lorenzo Busin ha dimostrato di avere un passo superiore a tutti gli avversari nel tecnico e suggestivo percorso di 15 km ricavato dalle piste blu Gervasi e nera Cercenari, con 300 metri di dislivello a giro, alle Viote del Bondone. Nel primo giro gli ha resistito Mauro Brigadoi, il quale però si è dovuto arrendere quando il compagno di squadra ha iniziato ad aumentare il ritmo di spinta, pagando anche una stagione difficile dal punto di vista fisico. Gli ultimi 10 km della gara maschile è dunque vissuta sul controllo della situazione da parte di Busin e Brigadoi, visto il divario irricucibile, ma per il terzo gradino del podio si è assistito ad una lotta all’ultimo coltello. Francesco Ferrari del Team Internorm Trentino Zorzi Max, Manuel Amhof del Team Futura, il suo compagno di team Riccardo Mich sono rimasti assieme per tutti i 30 km, giocandosi tutto allo sprint. Fino a metà gara in realtà era un quartetto, con Stefano Mich a giocarsi le sue carte. Sul rettilineo d'arrivo a nulla è servito il gioco di squadra dei due alfieri del sodalizio di Lavis, visto che alla fine ha dimostrato di avere più energia ed il guizzo decisivo Francesco Ferrari, che si è così guadagnato il bronzo tricolore. Quarto posto per Manuel Amhof e quinto per Riccardo Mich.

Mauro Brigadoi (foto Merler)
Mauro Brigadoi (foto Merler)

Completano la top ten Stetano Mich del Team Futura (sesto), quindi Gabriel Koehl del Team Internorm Trentino Zorzi Max, la coppia del Robinson Ski team Thomas Rinner e Andrea Bompard, quindi l’atleta di casa Stefano Detassis dello Sci club Marzola.
La prima donna a tagliare il traguardo, al termine dei 15 km preparati dagli organizzatori di Trento Eventi Sport e da Team Futura, con l’indispensabile apporto di APT Trento e Monte Bondone, in realtà è stata la giovane romana di Subiaco Maria Gismondi. La 17enne delle Fiamme Oro ha chiuso la prova con il tempo di 47’32”, stabilendo il miglior crono assoluto, pur non gareggiando per il campionato italiano master, vista proprio la giovane età. Come anticipato il titolo tricolore è stato appannaggio di Marta Gentile, che già in passato si era presa soddisfazioni alla Bondone Nordic Skimarathon, ribadendo di apprezzare questi tracciati con vista sulle Dolomiti di Brenta e capace di trionfare in solitaria con il tempo di 48’35”. La medaglia d’argento è andata al collo della 23enne Caterina Piller del Robinson Ski team, quindi il bronzo alla 24enne bresciana Silvia Pedretti.
Analizzando i titoli italiani di categoria Lorenzo Busin e Marta Gentile hanno vinto il titolo amatori, quindi Riccardo Mich primo nella Master M1, Roberto Gabrielli del Triathlon Trentino la Master M2, Marco Crestani del Team Futura la Master M3, Guido Masiero dello Sc Valdobbiadene la Master M4, Luigi Delvai della Stella Alpina Carano la Master M5. Nel settore femminile Francesca Patuelli dell’Acquadela è la prima nella Master F1, Federica Simeoni del Cai Conegliano nella Master F2, Elisabetta Amici dello Sci club Comunità Montana nella Master F3 e Laura Calissoni del Gs I Camosci nella master F4.
Domani seconda giornata di gare per la Viote Bondone Nordic Ski Marathon, con le sfide a tecnica libera sempre sulle distanze dei 15 km per le categorie femminili e master, quindi sui 30 km per le sfide maschili. Partenza mass start alle ore 10.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.