menu
Sci Alpinismo

Magnini torna alla vittoria in Coppa del Mondo

Davide Magnini (foto Ismf)
Davide Magnini (foto Ismf)

È arrivato il tanto atteso riscatto di Davide Magnini. L’atleta vermigliano del centro sportivo Esercito è tornato alla vittoria in Coppa del Mondo, dopo la sua stagione più difficile in assoluto. E lo ha fatto in grande stile, aggiudicandosi la gara individuale in Val Martello, evento che ha visto in gara atleti provenienti da ben 18 nazioni. E al femminile si è confermata in grande spolvero anche la solandra di Pejo Lisa Moreschini che è stata la più veloce nella competizione riservata agli under 23, salendo sul podio anche nella sprint della domenica.
La gara maschile, con un dislivello positivo di 1575 metri con 18,4 chilometri di sviluppo, ha visto un quintetto prendere il comando e fare l’andatura, capitanato dal valtellinese Michele Boscacci, quindi i due francesi Xavier Gachet e William Bon Mardion, lo svizzero Remì Bonnet e appunto Davide Magnini. Al termine dalla prima insidiosa discesa esce dalla zona cambio per primo Gachet, seguito da un Magnini in grande forma, che nella terza salita toglie gli indugi e va all’attacco nel tratto a piedi e nell’ultima salita incrementa ulteriormente il proprio vantaggio sugli inseguitori.
Nella discesa il vermigliano gestisce il proprio vantaggio e va a tagliare il traguardo a braccia alzate, togliendosi un peso grosso come un masso dopo una stagione decisamente travagliata. Argento per Remì Bonnet, con un ritardo di 41 secondi, quindi terzo è il francese Xavier Gachet e quarto Michele Boscacci, sempre leader della classifica overall.
Buona prova anche per il molvenese Federico Nicolini, che ha terminato la sua fatica in quindicesima posizione, prendendosi però la soddisfazione di aggiudicarsi la gara Open del giorno successivo.
Altra prestazione superlativa invece per la portacolori del Gs Monte Giner Lisa Moreschini, che ha vinto di forza la gara individual riservata alla categoria under 23, staccando di 1 minuto e 7 secondi la valtellinese Samantha Bertolina, con l’altra azzurra Katia Mascherona terza.
Le tre azzurre si sono invece invertite le posizioni sul podio nella sfida sprint con la Bertolina trionfatrice sulla Mascherona e sulla Moreschini.
Il sabato è poi andata in scena una competizione Open, non valida per la coppa del Mondo, con un dislivello positivo di 1575 metri e 18,4 chilometri di sviluppo. A trionfare è stato il trentino Federico Nicolini, sempre al comando, davanti al rendese Gabriele Leonardi con Alex Salvadori quinto. La sfida al femminile è stata vinta da Martina Valmassoi con la fassana Giorgia Felicetti terza.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.