menu
Sci Alpino

Davide Seppi è campione italiano junior di gigante

Davide Seppi (foto Elvis Piazzi)
Davide Seppi (foto Elvis Piazzi)

Ha deciso di anticipare i festeggiamenti del compleanno di cinque giorni l’ancora diciannovenne di Masi di Cavalese Davide Seppi, mettendosi al collo la medaglia d’oro ai campionati italiani junior di slalom gigante, al termine di una combattutissima sfida sulla pista Aretu di Courmayeur.
Il portacolori delle Fiamme Gialle ha concluso le due manche con l’identico tempo del badiota Manuel Ploner, che è un anno più vecchio, e relegando in terza posizione, con un ritardo di 26 centesimi, l’altro altoatesino Jonas Bacher.
Seppi ha dimostrato di avere talento e determinazione in entrambe le frazioni. A metà gara aveva fatto registrare il terzo tempo, a soli 15 centesimi dal leader provvisorio Corrado Barbera, e a 12 dallo stesso Bacher. Nella seconda è giunta la super rimonta di Ploner, che ha recuperato dal quinto al primo posto, ma con Davide che ha dato il tutto per tutto, uguagliando al centesimo la prestazione dell’altoatesino.
«Per me – ha spiegato Davide – gli obiettivi stagionali erano due: vincere il Gran Premio Italia che spalanca le porte per la nazionale italiana ed aggiudicarmi il titolo italiano junior. Domani nello slalom tricolore mi gioco la prima opzione, la seconda è andata a segno. Sono strafelice e ringrazio tutti quelli che mi sono vicini e mi hanno permesso di portare a casa una stagione di alto livello».
Con il titolo italiano Seppi in questa stagione ha centrato ben 13 piazzamenti sul podio, dei quali 7 sono addirittura vittorie in fare Fis e Fis Junior. E non è ancora finita. Domani andrà alla caccia del titolo in slalom e anche la vittoria finale nel Gp Junior. Dietro a questo successo c'è il lavoro di squadra dei tecnici del Comitato Trentino capitanati da Matteo Guadagnini e da Enrico Vicenzi, nonché degli allenatori delle Fiamme Gialle Cristian Deville, Roberto Griot e Davide Da Villa.
Per i colori trentini poteva anche giungere un bottino più corposo in quanto a medaglie, considerando che il fassano Fabian Cincelli è terminato ottavo nello slalom gigante a 90 centesimi dai due trionfatori di giornata.
Ma soprattutto nel concomitante slalom speciale femminile, dove ha trionfato Annette Belfrond, davanti alla neo campionessa italiana under 18 Emilia Mondinelli. La trentina Beatrice Sola, ha infatti concluso in quarta posizione a soli 5 centesimi dalla medaglia di bronzo, che si è invece aggiudicato Alice Pazzaglia, rimontando ben 6 posizioni grazie al secondo miglior tempo di manche. Sesto e settimo posto poi per le due sorelle roveretane Camilla e Matilde Vianello (Sc Città di Rovereto), con la più giovane Matilde che era addirittura seconda a metà gara. La fiemmese Giorgia Felicetti (Gs Fiamme Gialle) ha invece concluso 17ª.
Particolarmente soddisfatto il presidente del Comitato Trentino Tiziano Mellarini, come emerge dal suo commento: «Per il nostro movimento e in particolar modo per il Progetto Trentino Azzurro, avviato nel 2011 per far crescere i talenti dello sci provinciali, si tratta del terzo oro ai campionati italiani juniores, dopo quelli del 2013 di Marco Manfrini e del 2014 di Giovanni Pasini. L’augurio è che con questa affermazione Davide possa entrare in nazionale l’anno prossimo e iniziare il suo percorso di crescita tecnica con obiettivo finale proprio le Olimpiadi italiane del 2026 di Milano – Cortina».

La classifica del gigante maschile

La classifica dello slalom femminile

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.