menu
Sci Alpinismo

Lisa Moreschini festeggiata nella sua Pejo

Lisa Moreschini con Massimino Bezzi, Paolo Moreschini, Guido Redolfi e Pier Ettore Gabrielli
Lisa Moreschini con Massimino Bezzi, Paolo Moreschini, Guido Redolfi e Pier Ettore Gabrielli

Una festa a sorpresa per la «Regina del Vioz», come l’hanno simpaticamente soprannominata paesani, amici e autorità della Val di Pejo e della Val di Sole. Dopo alcuni rinvii per cause di forza maggiore finalmente la skialper Moreschini è stata celebrata a Peio Paese dall’amministrazione comunale di Pejo, dal Consorzio Pejo 3000 e dal suo sci club di appartenenza, il Gruppo sportivo Monte Giner.
Pur avendo saltato le prime competizioni della stagione Lisa Moreschini dal mese di gennaio ha indossato nuovamente il pettorale, presentandosi più determinata che mai, inanellando un risultato entusiasmante dopo l’altro. Basti pensare che il bilancio della sua stagione sci alpinistica vede ben due titoli europei under 23, e un argento sempre ai giochi continentali di Boi Taul, in Andorra, ben 6 vittorie in gare di Coppa del Mondo ella categoria under 23 e un altro podio, ed ancora quattro podi in Coppa Italia, una medaglia d’argento ai tricolori under 23 e un bronzo agli assoluti a squadre.
Per tutta la comunità di Pejo Lisa rappresenta un motivo d’orgoglio e non è un caso dunque che ad inizio paese già da tempo è stato esposto uno striscione di ringraziamento. Durante la cerimonia la promessa trentina dello skialp è stata premiata in primis dal suo presidente del Gs Monte Giner Massimino Bezzi, che le ha fatto i complimenti ricordando anche tutti colori che lavorano dietro le quinte per metterla nelle migliori condizioni, in primis gli zii del rifugio Vioz, i tecnici della Fisi nazionale e del Comitato Trentino.
Per l’amministrazione comunale di Pejo era presente il vicesindaco Paolo Moreschini e il consigliere delegato allo sport Pier Ettore Gabrielli, che hanno consegnato a Lisa una targa personalizzata, evidenziando il valore sportivo e motivazionale per i tanti giovani della valle della figura di Lisa. A rappresentare la Comunità della Val di Sole ci ha pensato poi Guido Redolfi. E dopo i discorsi di rito, non è mancato un brindisi beneagurante per la prossima stagione, all’insegna dei prodotti tipici.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.