menu
Sci d'erba

Zamboni e Buio sul podio nelle Fis di Orlicke

Daniele Buio e Filippo Zamboni sul podio
Daniele Buio e Filippo Zamboni sul podio

Un weekend pieno di risultati significativi per gli atleti azzurri dello sci d’erba, impegnati nelle gare FIS in programma a Orlicke Zahori, in Repubblica Ceca. Nel supergigante maschile, che ha aperto il weekend sabato 18, ben due italiani sono finiti sul podio con Daniele Buio e Filippo Zamboni, rispettivamente secondo e terzo, a 0”48 e 0”88 dal padrone di casa Ales Knor, primo con il tempo di 32”53. Hanno chiuso nelle prime dieci posizioni anche Roberto Cerentin e Nicolò Schiavetti, all’ottavo e nono posto. Ottima prestazione anche per Nathan Seganti, al debutto di categoria, che ha staccato un buon 13° tempo.
Nella gara femminile seconda posizione per Margherita Mazzoncini a 15 centesimi dalla ceca Aneta Kornytova, vincitrice in 34”37. La 25enne veneta ha così confermato l’ottimo stato di forma nella specialità, dopo il secondo posto conquistato anche nella prima gara di Coppa del mondo a Rettenbach. Terza l’austriaca Tina Hetfleisch a 91 centesimi dalla leader, davanti alla connazionale Lara Teynor ed al quinto posto ex aequo le nostre Antonella Manzoni e la trentina Ambra Gasperi, con la levicense Federica Libardi che si è piazzata 16esima.
Spazio nella giornata di sabato anche per i due giganti maschili e femminili dove nel primo, il fortissimo ceco Martin Bartak ha vinto fissando il cronometro sul 56”79, beffando Filippo Zamboni e Daniele Buio – sul podio anche in quest’occasione – a 0”70 e 1”80. Tra le donne si è accomodata sul gradino più basso del podio Ambra Gasperi a 23 centesimi dalla “solita” Aneta Kornytova, prima in 1’02”13, e a 0”15 dalla biancorossa Lara Teynor. Federica Libardi ha poi ottenuto il 22esimo posto.
Gigante anche per i children, con un grande Mattia Garollo che ha concluso terzo e uno sfortunato Bryan Agostini che si è dovuto accontentare del quinto posto, a 15 centesimi dal podio. Argento poi per Lisa Anastasia Lucchese.
Doppietta italiana nello slalom maschile di domenica 19 dove Filippo Zamboni, campione del mondo in carica, ha sbaragliato la concorrenza avversaria chiudendo in 56”01. Il ventunenne campigliano ha dominato la competizione, rifilando distacchi importanti sia al compagno di squadra Nicolò Pettini, secondo a 5”70, che al ceco Daniel Blaha, finito in terza posizione a 6”11. Il roveretano Daniele Buio, secondo dopo la prima manche, rischiando il tutto per tutto nella seconda, a poche porte dalla fine è uscito. Stessa sorte anche per Nathan Seganti, vera rivelazione di questa prima gara Fis (la prima in assoluto), out nella prima manche.
Nel femminile Tina Hetfleisch si è issata sul gradino più alto del podio con il tempo di 1’02”82, 8”78 più veloce della giudicariese Ambra Gasperi e 9”35 della ceca Nikola Gergelyova. Ottima era anche la prestazione di Federica Libardi, ma a metà percorso, a causa della perdita di un bastoncino, ha chiuso in anticipo la sua gara.
Nei children, dopo lo sfortunato quinto posto del sabato, ottima terza posizione per Bryan Agostini, che ha chiuso con qualche rammarico perché per un errore si è visto sfuggire il successo. Affermazione che ha invece ottenuto Lisa Anastasia Lucchese nella categoria under 16. Mattia Garollo, dopo lo splendido terzo posto di sabato, sul muro iniziale ha commesso un errore che lo ha messo fuori gara.
Soddisfatto per i risultati il tecnico Roberto Parisi: «Dopo questo fine settimana abbiamo Filippo Zamboni in testa alla classifica generale di Coppa del Mondo junior e Ambra Gasperi terza a pochi punti dalla prima. I risultati sono lo specchio dell’ottimo lavoro che stiamo facendo, come nazionale, ma specialmente come Comitato Trentino. Essere i leader nelle varie classifiche mondiali e children ci da ancora maggiore stimolo per il futuro, ricordando che l’11 e 12 agosto a Malga Rivetta di Lavarone lo sci club Levico organizzerà le finali mondiali children».
Prossimo appuntamento per il circuito FIS nel weekend del 25-26 giugno a Schwarzenbach/St. Veit, in Austria.

Le classifiche

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.