menu
Sci Alpino

Ben 5 podi per il Trentino alla prima delle Selezioni

Marta Giaretta (Biagio Foto)
Marta Giaretta (Biagio Foto)

Marta Giaretta e Federico Massimilla tra gli Allievi, Giada D’Antonio e Leonardo D’Incà tra i Ragazzi. Trentino, Alpi Occidentali, Campania e Veneto sono salite sul gradino più alto del podio nella prima giornata delle selezioni dell’ALPECIMBRA Fis Children Cup, valevoli per il 53° Trofeo Cassa Rurale Vallagarina e chiamate a decretare i nomi degli atleti che prenderanno parte alle fasi internazionali in programma nel weekend, alla presenza di atleti provenienti da 40 nazioni e da tutti e cinque i continenti. A fare la voce grossa nel primo atto delle selezioni, disputate sotto una copiosa nevicata, è stata la squadra di casa, quella trentina, che ha conquistato cinque delle dodici medaglie in palio. Oltre all'oro di Marta Giaretta nello slalom allieve e il bronzo di Dorotea Mobiglia nella stessa gara, sono giunti un argento con Luca Loranzi e un bronzo con Ezio Scalfi nello slalom allievi e un altro bronzo con Martina Beccari nel gigante ragazzi.
I migliori under 14 e under 16 d’Italia – 400 in totale - hanno aperto la loro esperienza a Folgaria con uno slalom speciale in doppia manche per la categoria Allievi e uno slalom gigante in manche unica per i Ragazzi, disputati rispettivamente sulle piste Martinella Nord e Agonistica, con Sci Club Tts, Apt Alpe Cimbra, Ski Team Polisportiva Alpe Cimbra e Folgaria Ski impegnati nell’organizzazione e a garantire all’evento la miglior cornice possibile.
Serratissima la lotta nella gara maschile tra i pali snodati, che si è decisa sul filo dei centesimi. A spuntarla è stato il cuneese di Mondovì Federico Massimilla (Sci Club Manta), che nella seconda manche è riuscito a guadagnare una posizione rispetto alla prima discesa e a salire in cattedra, seguito ad appena due centesimi di distanza dal trentino di Tione Luca Loranzi: il portacolori dello Sci Club Sporting Campiglio, terzo a metà gara, è riuscito al pari di Massimilla a superare il conterraneo Ezio Scalfi (Sci Club Bolbeno), al comando dopo la prima manche e alla fine terzo a 1”35 dal vincitore, frenato da un errore nel “pianetto” finale.

Luca Loranzi (Biagio Foto)
Luca Loranzi (Biagio Foto)

La vittoria, per la squadra del Comitato Trentino, è arrivata nello slalom Allieve, che ha premiato la vicentina tesserata per il Falconeri Ski Team Marta Giaretta, capace di scavare un solco tra sé e le dirette concorrenti alla vittoria. La giovane Marta ha chiuso con 2”56 di vantaggio sulla seconda classificata, la canturina del Circolo Sciatori Madesimo Giulia Mariani, incalzata dalla varesina dello Ski Team Fassa Dorotea Mobiglia, terza ad appena 5 centesimi dalla piazza d’onore. In testa alla prima manche c'era però la moenese Camilla Gottardi, che stava esprimendosi al meglio anche nella seconda manche, uscendo a poche porte dall'arrivo.
Gli under 14, invece, si sono confrontati sulla vicina pista Agonistica tra le porte larghe da slalom gigante. Al femminile le pennellate vincenti sono state quelle della campana di San Sebastiano al Vesuvio Giada D’Antonio, che ha chiuso con il tempo di 42”42, tenendosi alle spalle la veneta dello Sci Club 18 Allegra Vindigni (43”19) e la trentina di Saone in forza allo Sci Club Bolbeno Martina Beccari, ottima terza in 43”39.
Il quarto oro di giornata è andato al bellunese dello Sci Club Trichiana Leonardo D’Incà, che ha trovato l’acuto vincente nel gigante under 14 maschile, primo in 43”37 davanti al piemontese dell’Equipe Limone Michele Vivalda (43”92) e all’altoatesino dello Sci Club Gardena Matthias Mahlknecht, terzo in 44”29.
Domani, martedì 24 gennaio, si replica con lo slalom speciale per la categoria Ragazzi e lo slalom gigante per gli Allievi su due manche. Al termine delle due gare verranno diramati i nomi degli atleti che andranno a comporre le squadre A e B azzurre, chiamate a difendere i colori dell’Italia nelle gare internazionali di venerdì e sabato, anticipate dallo spettacolare team eventi in programma mercoledì e dalla cerimonia d’apertura di giovedì.

Il commento dei trentini

Marta Giaretta (prima classificata allieve): «Non sempre riesco a fare due manche di alto livello, oggi ci sono riuscita. I miei allenatori mi avevano consigliato di spingere, usando anche la testa. Ce l’ho messa tutta ed è arrivata una bellissima vittoria, con una seconda manche impeccabile e il distacco sulla seconda classificata è davvero importante. Mi godo questa vittoria, ma mi aspetta subito il gigante di domani, con la certezza però di essere in gara anche alla fase internazionale».
Dorothea Mobiglia (terza classificata allieve): «Non mi aspettavo certamente di andare sul podio. Nella prima manche, sul piano, ho commesso un grave errore che mi ha fatto perdere tempo prezioso e ho chiuso con il dodicesimo tempo. Nella seconda run ho dato il tutto per tutto, sciando bene ed è arrivato uno straordinario podio. Se penso che questa gara è in pratica un campionato italiano sono davvero felicissima. Ora spero di fare una bella prestazione anche in gigante e di prendere il via alla fase internazionale».
Luca Loranzi (secondo classificato allievi): «La medaglia d’argento alle Selezioni dell'AlpeCimbra Fis Children Cup è sempre un ottimo risultato. Pensando però che la vittoria mi è sfuggita per soli due centesimi un po’ di amaro in bocca resta, ma lo sport è anche questo. Vincere sarebbe stato fantastico, anche perché è lo slalom la disciplina in cui mi esprimo meglio. Ho comunque fatto due buone manche e sono decisamente soddisfatto della mia gara».
Ezio Scalfi (terzo classificato allievi): «Ho sbagliato nel piano nella seconda manche perdendo centesimi preziosi. Il terzo posto alle Selezioni Nazionali dell’AlpeCimbra è comunque un ottimo risultato, anche se a metà gara ero in testa e non nascondo che speravo nella vittoria. Ho lavorato davvero bene in autunno e anche in questi primi mesi di gare. Sono soddisfatto di come sta andando la mia stagione agonistica».

Le classifiche

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,735 sec.