menu
Sci Alpinismo

Nicolini bronzo e Moreschini argento agli europei

Federico Nicolini sul traguardo di Flaine
Federico Nicolini sul traguardo di Flaine

Che il molvenese Federico Nicolini avesse un feeling particolare con le gare vertical race si era capito da tempo, e in particolar modo dal dicembre 2020, quando vinse per la prima volta in Coppa del Mondo a Pontedilegno. Certo che ottenere una medaglia di bronzo ai campionati europei di sci alpinismo di Flaine probabilmente non se lo aspettava nemmeno lui. Ma Chicco è stato davvero autore di una prova di alto livello, che gli ha consentito di salire sul terzo gradino del podio senior. Per i colori trentini è poi giunta un'altra soddisfazione, e la seconda medaglia a questi giochi continentali, per la talentuosa sciatrice di Pejo Lisa Moreschini (Gs Fiamme Gialle), che ha concluso ancora argento nella under 23, con un ritardo di soli 3 secondi dalla vincitrice, l'altra azzurra Katia Mascherona.
Per l'Italia dunque è stata una giornata trionfale, con le medaglie ottenute pure dalla veneta Alba De Silvestro che si è messa al collo l'argento assoluta, quindi l’oro di Katia Mascherona fra le under 23, ma pure il titolo europeo per il primierotto Hermann Debertolis, che gareggia con i colori del Comitato Veneto, nella under 20 ed ancora il successo per Enrico Pellegrini fra gli under 18. Sono nel complesso 9 le medaglie azzurre conquistate nel vertical.

Federico Nicolini sul podio di Flaine
Federico Nicolini sul podio di Flaine

Nella senior maschile è arrivata la conferma sul gradino più alto del podio per lo svizzero Remi Bonnet, già a segno nell’individual e migliore sul traguardo in 17'48"67. Il trionfo elvetico è completato da Werner Marti (+38"44) ma il trentino Federico Nicolini, tesserato con lo Sci club Brenta Team, riesce a vincere la sfida per il bronzo con 45"12 di ritardo per lasciarsi alle spalle l’austriaco Paul Verbnjak e l’altro svizzero Aurelien Gay. In casa Italia, decimo posto per Alex Oberbacher con Davide Magnini 14esimo, Michele Boscacci 17esimo mentre luca Tomasoni ha chiuso con il 20esimo tempo.
Dopo il bronzo nell’individual, Alba De Silvestro si conferma sul podio anche nella prova di salita con il secondo posto alle spalle dell’austriaca Sarah Dreier in una gara che ha salutato anche il quarto posto di Katia Mascherona ed il quinto di Lisa Moreschini, rispettivamente oro e argento under23.
Dreier ha fatto segnare il miglior tempo con 22'26"06, lasciandosi alle spalle di soli 18"83 l’azzurra di origine bellunese, con la spagnola Marta Farres Garcia a completare il podio senior. Mascherona e Moreschini hanno lamentato un ritardo rispettivamente di 1'15"84 e 1'19"39, ma come anticipato le due azzurre sono oro e argento under 23. La ragazza di Pejo, argento nella individual di apertura, ha poi ottenuto un quinto posto nella sprint di mercoledì, ed una un'altro argento, a testimonianza di uno straordinario torneo continentale.
Hermann Debertolis è il nuovo campione europeo under 20 nel vertical. Il diciannovenne trentino del Primiero si è imposto in 20'09"19 con 6"97 di vantaggio sul francese Elliot Robin-Saje mentre in terza piazza, il bronzo è andato al valtellinese Marcello Scarinzi (+52"97), con il covalligiano Edoardo Mottini quarto a 1'06"48. Quarto posto anche per Clizia Vallet, giunta sul traguardo con un distacco di 1'48 rispetto alla norvegese Ida Waldal, autentica dominatrice della scena anche nella prova di sola salita, davanti alla connazionale Elise Hjelset Andsersen e alla svizzera Margaux Mendes De Leon; settima Anna Pedranzini.
La giornata di Flaine si era aperta con il trionfo del vicentino Enrico Pellegrini nella prova under 18: il veneto ha completato la gara in 21'15"86 con 15"67 di margine sullo spagnolo Gonzalo Casares Hervias e 21"90 sullo svizzero Malik Uldry; molto bene anche Luca Curioni, sesto a 46"07.

Lisa Moreschini all'arrivo della vertical race
Lisa Moreschini all'arrivo della vertical race

Azzurrine protagoniste anche nella prova under 18 vinta dalla spagnola Laia Selles Sanchez in 25'40"36 davanti alla slovena Klara Velepc (+54"34): la medaglia di bronzo è finita al collo della valtellinese Melissa Bertolina che con un ritardo di 1'16"52 ha conquistato il terzo posto davanti a Silvia Boscacci, quarta; ottava piazza infine per Vanessa Marca.

Le classifiche

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.