menu
Sci Fondo

Daprà e la staffetta secondi ad Oberhof

Le due staffette azzurre protagoniste in Coppa del Mondo di Oberhof
Le due staffette azzurre protagoniste in Coppa del Mondo di Oberhof

Eccellente prova delle staffette azzurre nella 4×7,5km maschile che ha chiuso la tappa di Coppa del Mondo di Oberhof, in Germania: Italia 1 è seconda con Noeckler/Barp/Daprà/Pellegrino tra le due formazioni norvegesi, ma Italia 2 sfiora a propria volta il podio chiudendo al quarto posto con Salvadori/Chiocchetti/Graz/Mocellini.
A vincere è dunque Norvegia 1 con Nyenget/ Valnes/Golberg/Klæbo con i connazionali Taugbøl/Tønseth/Krüger/Stenshagen di Norvegia 2 capaci di difendere la terza posizione.
Nonostante diversi attacchi, nessun quartetto ha saputo fare davvero la differenza sull’anello di 2,5 chilometri di Oberhof tanto che sono state una decina le staffette che si sono giocate il successo nella volata finale.
Dietmar Nöckler e Giandomenico Salvadori in prima frazione pagano una manciata di secondi di ritardo dal norvegese Nyenget, primo a presentarsi in zona cambio, con Elia Barp poi ancora una volta eccellente nel mantenere Italia 1 insieme ai migliori a metà gara (10" il distacco da Finlandia e Norvegia 1), con Italia 2 attardata di 35".
Il terzo segmento, primo in tecnica libera, vede Daprà gestire bene la situazione con Italia 2 che risale fino a presentarsi all’ultimo cambio praticamente affiancata. Si entra così nella frazione decisiva che parte con un ritmo decisamente cauto, consentendo così il ricompattarsi del gruppo. Nella tornata finale il primo ad accendere la miccia è lo svedese Poromaa ma il suo forcing non fa male e nello strappo finale è quindi il norvegese Johannes Klæbo a mettersi in testa per presentarsi davanti a tutti sul rettilineo finale per resistere al ritorno di Federico Pellegrino che difende comunque la piazza d’onore da Norvegia 2.
Molto bene, appena dietro, Mocellini che nella salita finale e nel successivo sprint dimostra ancora una volta di aver superato l’infortunio che l’ha bloccato nella prima parte della stagione.
Per la staffetta azzurra la prestazione di Oberhof rappresenta una preziosa conferma undici mesi dopo il ritorno al successo dello scorso febbraio a Dobbiaco.

Dominio della Svezia nella staffetta femminile che ha aperto la giornata conclusiva della tappa di Coppa del Mondo di Oberhof, in Germania. Il quartetto formato da Linn Svahn, Frida Karlsson, Ebba Andersson e Jonna Sundling si è esibita in un monologo nella 4×7,5Km tedesca, chiudendo la gara in 1:21'55"3 davanti alle padrone di casa della Germania (Sauerbrey/Hennig/Fink/Carl) che nel finale si sono avvicinata fino a 17"5 e alla Finlandia (Matintalo/Kyllonen/Parmakoski/Joensuu), terza a 2'11"3.
L’Italia ha completato la prova con il sesto posto schierando Anna Comarella al lancio seguita da Caterina Ganz che si è incaricata di completare la prima metà gara in tecnica classica per cedere il testimone in quinta piazza alla rientrante Francesca Franchi, impegnata in tecnica libera come Martina Di Centa nella frazione finale: di 3'55"2 il distacco al traguardo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.