menu
Snowboard

Felicetti torna sul podio a Rogla

March e Felicetti sul podio di Rogla
March e Felicetti sul podio di Rogla

Dopo 11 mesi torna sul podio in Coppa del Mondo il moenese Mirko Felicetti. E lo fa, come l’ultima volta a Rogla, in Slovenia, nel gigante parallelo vinto dall’austriaco Karl Benjamin, davanti all’altro azzurro Aaron March, con Felicetti appunto terzo. A chiudere lo straordinario bilancio azzurro è poi giunto il quarto posto di Edwin Coratti.
E un terzetto di azzurri ha saputo approdare in semifinale anche in questo giovedì sloveno: Aaron March ed Edwin Coratti nella parte alta del tabellone, Mirko Felicetti in quella inferiore. Il duello tutto italiano ha promosso March mentre il trentino ha dovuto arrendersi nel confronto con l’austriaco Benjamin Karl.
Nel turno decisivo il trentassettenne di Fiè allo Scilliar deve poi inchinarsi di fronte allo stesso Karl che al termine di una sfida davvero serrata lo precede per soli due centesimi. Per March il computo dei podi sale così a quota 17: era dal dicembre 2022 che l’altoatesino non trovava posto tra i primi tre.
La sfida per il terzo posto ha invece premiato un Mirko Felicetti in evidente crescendo di condizione, capace di avere la meglio di Coratti nonostante un errore di linea nel cuore del tracciato. Il duello azzurro si risolve con 8 centesimi di secondo di vantaggio per il trentino che coglie così l’undicesimo podio della carriera, il primo stagionale.
Proprio Felicetti aveva messo fine nei quarti al cammino di Daniele Bagozza, poi sesto, con Maurizio Bormolini undicesimo ed out negli ottavi contro Aaron March.
“E’ stata una gara bellissima – ha commentato Aaron March – anche se in qualificazione ero deluso perchè sapevo di poter fare di più. Fino ad oggi mi sono espresso con costanza ma senza salire sul podio e questo secondo posto è un passo importante”.
Condizione in crescendo per Mirko Felicetti: “Ho avuto un inizio di stagione un po’ terribile ma ho lavorato a testa bassa insieme a tutta la squadra. Dedico questo terzo posto ad un compagno di squadra che sta vivendo un momento difficile”.
Eliminata nei quarti di finale invece Elisa Caffont, settima: dopo aver superato nel primo turno il duello tutto italiano con Jasmin Coratti (decima), la bellunese ha tagliato il traguardo insieme alla giapponese Tsubaki Miki, promosssa alle semifinali in virtù del miglior tempo fatto segnare in qualificazione. Out negli ottavi quindi Lucia Dalmasso (14esima), superata dalla tedesca Ramona Hofmeister al termine della batteria più qualificata del primo turno. A vincere è poi stata la stessa Miki che in finale ha preceduto di tre centesimi l’olandese Michelle Dekker con l’austriaca Sabine Schöffmann in terza piazza.
Sedici podi conquistati con ben 8 atleti diversi sulle nove gare disputate: il bottino della nazionale azzurra del parallelo è sin qui trionfale. Il direttore tecnico Cesare Pisoni è soddisfatto della resa dei suoi atleti: “Ancora una grande prestazione di squadra: March e Felicetti mancavano all’appello del podio in questa prima parte di stagione ed a Rogla hanno risposto presente. Ora tutti i sei azzurri del gruppo di Coppa del Mondo sono saliti almeno una volta sul podio. Peccato che sia sfuggita la vittoria per merito di Karl, ma già sabato a Simonhöhe andremo nuovamente alla caccia del successo”.
Gli specialisti del parallelo torneranno in pista già sabato per il primo atto della due giorni di Simonhöhe, in Austria, dove è in programma un ulteriore gigante parallelo, seguito domenica dalla prova a squadre mista.

La classifica

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.