menu
Salto e combinata

Delugan e Venturini sono di bronzo agli YOG

Giada Delugan e Bryan Venturini con il tecnico Walter Cogoli
Giada Delugan e Bryan Venturini con il tecnico Walter Cogoli

Una staffetta di bronzo regala un’altra medaglia alla combinata azzurra ai Giochi Olimpici Giovanili di Gangwon, in Corea del Sud.
Giada Delugan, Bryan Venturini, Manuel ed Anna Senoner hanno infatti chiuso al terzo posto la prova mista a squadre (Hs109/4×3,3km) che ha completato il programma della combinata nordica alla rassegna giovanile a cinque cerchi: la vittoria è andata alla Finlandia (Hirvonen / Raisanen / Kurttila / Korhonen) che dopo il secondo posto sul trampolino ha preso il largo nelle due ultime frazioni della staffetta, per tagliare il traguardo in 34'09"02 con 14"4 sulla Slovenia (Malovrh /Percl Serucnik / Janhar / Pavec), sesta dopo il salto, e 23"2 sull’Italia che ha così confermato il piazzamento ottenuto in precedenza sull’Hs109 olimpico.

In prima frazione la Norvegia ha confermato la leadership conquistata sul salto, con la trentina Giada Delugan terza alle spalle anche della rimontante Austria e con la Finlandia protagonista di una partenza in salita. L’altro fiemmese Bryan Venturini si è quindi messo all’inseguimento dell’Austria, per scavalcare a propria volta la Norvegia e presentarsi a metà gara in seconda piazza, con la Slovenia in gran rimonta alle sue spalle. Il testimone a quel punto è passato ai fratelli gardenesi Senoner: Manuel – già argento nella prova individuale – ha saputo superare l’Austria, cedendo però il passo alla stessa Slovena e soprattutto allo scatenato finlandese Kurttila che ha chiuso in testa la frazione per lanciare la quotata Korhonen verso il successo. Anna Senoner ha gestito al meglio il proprio impegno, per concretizzare il bronzo, con Austria e Norvegia a seguire: per l’Italia si tratta della prima medaglia in questo format agli YOG.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,641 sec.