menu
Sci Alpinismo

Nicolini sul podio nella vertical race di Schladming

Federico Nicolini all'arrivo (foto Ismf)
Federico Nicolini all'arrivo (foto Ismf)

Federico Nicolini l’ha fatto di nuovo. Dopo il bronzo agli Europei di Flaine di qualche settimana fa, la vittoria in Coppa del Mondo nel 2020 a Ponte di Legno ed ancora un argento a Flaine nel 2022, il molvenese del Brenta Team ha tirato fuori dal cilindro un’altra eccellente prestazione ottenendo il terzo posto, sempre nella vertical race di skialp a Schladming.
La gara è stata vinta dal solito Remi Bonnet con una prova di forza, sempre più leader della classifica generale di specialità, davanti al francese Thibault Anselmet. Nicolini sul traguardo ha accusato un ritardo di 1’02” dal vincitore e a soli 5 secondi dal francese che ha cercato in tutti i modi di agganciare, senza riuscendoci. Mai in discussione poi la sua terza piazza, visto che il quarto classificato Christof Hochenwarter è giunto sul traguardo 8 minuti dopo Nicolini. Nono Alex Oberbacher, tredicesimo Michele Boscacci, quindicesimo Robert Antonioli.
Vittoria austriaca in campo femminile nella vertical race, grazie a Sarah Dreier, davanti alla connazionale Johanna Hiemer e alla francese Celia Perillat Pessey. Appena fuori dal podio le due azzurre Alba De Silvestro, quarto a due secondi dal terzo posto e Giulia Murada quinta, a due secondi dalla compagna di squadra.
Altra buona prova poi per la trentina di Pejo Lisa Moreschini che ha concluso in ottava posizione, ed ancora una volta miglior under 23 di giornata, confermandosi in testa alla classifica di categoria.
Il secondo appuntamento di Coppa del Mondo di Schladming ha visto lo svolgimento della sprint, nella quale hanno trionfato la giovanissima Caroline Ulrich in campo femminile e lo spagnolo Oriol Cardona nella sfida maschile.
In chiave azzurra Giovanni rossi ha terminato al quarto posto, quindi Giulia Murada è settima, uscita in semifinale, come Alba De Silvestro che si piazza decima. Tredicesima poi Giulia Compagnoni e ventiduesima Lisa Moreschini.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,969 sec.