menu
Sci Alpino

Loranzi chiude con 3 medaglie i Giochi Deaflympics 24

Luca Loranzi dopo l'ultima gara di slalom parallelo
Luca Loranzi dopo l'ultima gara di slalom parallelo

Luca Loranzi ci ha preso gusto e dopo la medaglia di bronzo nello slalom speciale, ha chiuso l’edizione 2024 dei Winter Deaflympics Erzurum 2024, centrando addirittura il titolo olimpico in slalom gigante e un argento nello slalom parallelo.
Per il 16enne di Tione, tesserato con lo Sporting Club Campiglio ed inserito nella squadra agonistica under 18 del Comitato Trentino di sci alpino, la prima esperienza ai Giochi olimpici per sordi si chiude con un bilancio decisamente positivo, che include 3 medaglie e tutte di colore diverso.
Il forte ragazzo giudicariese ha dimostrato tecnica e determinazione, pur gareggiando contro atleti ben più esperti, e forte del titolo italiano under 16 conquistato lo scorso anno e dei progressi tecnici fatti registrare quest’anno ha avuto un approccio all’evento da sciatore maturo. E i risultati non sono mancati.
Nello slalom gigante Luca è riuscito a precedere di 11 centesimi il giapponese Yusuke Murata, che aveva chiuso la prima manche davanti a lui, mentre in terza posizione ha chiuso l’austriaco Christoph Lebelhuber che ha 18 anni più di Luca e un palmares di tutto rispetto.
Nella gara di chiusura, lo slalom parallelo, Luca non si è certo risparmiato stabilendo un ottimo tempo in qualifica, e superando tutte le run ad eliminazione diretta sino alla finale, nella quale si è dovuto arrendere al vinncitore.
Il bottino per l’Italia è di 6 medaglie complessive, delle quali 3 le ha centrate proprio Luca, che ora ritorna in fretta e furia in Italia, perché giovedì e venerdì prenderà parte alle due gare tecniche dei campionati italiani aspiranti under 18 in programma sulle nevi dello Zoncolan, ovvero lo slalom gigante e lo slalom speciale, con la speranza di proseguire nel filotto positivo di medaglie di questi giorni.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,078 sec.