menu
Sci Alpinismo

Magnini torna sul podio in Coppa del Mondo a Cortina

Davide Magnini in azione (foto Maurizio Torri)
Davide Magnini in azione (foto Maurizio Torri)

Il vermigliano Davide Magnini chiude secondo e torna così sul podio di Coppa del Mondo dopo un anno di assenza, mentre la bellunese Alba De Silvestro è terza nella sfida assoluta femminile. Atleti italiani protagonisti dunque nell’individuale della tappa finale di Coppa del Mondo a Cortina D’Ampezzo, in provincia di Belluno.
Solo l’implacabile elvetico Remi Bonnet ha saputo fare meglio del ventiseienne trentino dell’Esercito lungo il doppio giro dell’anello di 6,5 chilometri con 700 metri di dislivello disegnato sul versante del Col Gallina: 1h26’24” il tempo del campione svizzero che ha accumulato un margine di 1’26” su Magnini, mentre in terza posizione si è affacciato l’esperto francese William Bon Mardion, staccato di 2’16”.
Molto positiva la risposta della squadra azzurra nell’ultima individual della stagione: Michele Boscacci è ottimo quinto a 4 minuti, preceduto anche dall’altro francese Xavier Gachet, mentre Alex Oberbacher è sesto a 4’22”; trovano posto nella top20 di giornata anche Matteo Sostizzo, 13esimo, Nicolò Canclini, 14esimo e Nadir Maguet, 19esimo.
Il molvenese del Brenta Team Federico Nicolini ha invece concluso 23°, dopo che nella vertical race di venerdì aveva ottenuto il 15° tempo, con Magnini 18°.
Doppietta francese invece nella prova femminile, firmata da Axelle Gachet Mollaret in 1h40’44” davanti alla connazionale Emily Harrop, attardata di 1’44”. Alle loro spalle la padrona di casa Alba De Silvestro ha saputo cogliere il quarto podio stagionale nella specialità che l’ha vista medaglia di bronzo anche ai Campionati Europei di Flaine, in apertura di gennaio. La ventottenne bellunese di casa in Valtellina ha completato la prova a 4’46”50 dalla testa, garantendosi il secondo posto anche nella classifica di specialità alle spalle di Emily Harrop. Ottima prova anche per Giulia Murada, valtellinese di Albosaggia,, settima a 7’32”69, per Giulia Compagnoni, nona a 8’32”92 e la solandra di Pejo Lisa Moreschini che ha chiuso all’undicesimo posto a 9’47”. La forte sciatrice trentina delle Fiamme Gialle, nona nella vertical di venerdì, è però risultata anche in questa occasione la miglior under 23, mettendo in saccoccia punti preziosi per la classifica generale di categoria, che avrà il suo epilogo mercoledì 10 aprile con l’ultimo atto della Coppa del Mondo e con le premiazioni finali.

Tutte le classifiche

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,514 sec.