menu
Sci Alpinismo

Lisa Moreschini vince la Coppa del Mondo under 23

Lisa Moreschini (foto Maurizio Torri)
Lisa Moreschini (foto Maurizio Torri)

Con le finali di Cortina d’Ampezzo si è chiusa l’edizione 2023/2024 della Coppa del Mondo di sci alpinismo, che anche quest’anno ha visto gli atleti azzurri, ma pure quelli trentini, assoluti protagonisti.
In particolar modo la 22enne di Pejo Lisa Moreschini si è resa autrice di una stagione di alto livello, che le ha consentito di aggiudicarsi la Coppa del Mondo della categoria under 23. La portacolori del Gs Fiamme Gialle ha dunque dominato nella classifica generale con 263 punti, contro i 261 della transalpina Ravinel Margot, e terza l’altra azzurra Katia Mascherona. Nel dettaglio Lisa ha ottenuto il miglior punteggio nella graduatoria delle individual, seconda nella classifica vertical race e quarta nelle sprint di categoria.
Ma non è tutto visto che la Moreschini si è messa la collo ben due medaglie d’argento ai campionati europei under 23 di Flaine, in Francia, nella vertical e nell’individual, oltre alle medaglie ai campionati italiani.
Risulta dunque esponenziale il percorso di crescita della talentuosa skialper della Val di Sole, che aveva iniziato la sua esperienza sportiva fra le fila del Gs Monte Giner ottenendo ottimi risultati nel salto e combinata nordica, per poi dirottare sullo sci alpinismo anche grazie alle indicazioni dello zio Mario Casanova, conosciuto alpinista e gestore del rifugio Vioz. Nella classifica della Coppa del Mondo assoluta femminile, vinta dalla francese Emily Harrop con la veneta Alba De Silvestro terza, Lisa Moreschini ha infatti concluso al decimo posto, chiudendo poi settima nella vertical race e nona nell’individual. Un profilo decisamente interessante in chiave futura.
La Coppa del Mondo maschile è invece stata vinta dal francese Thibault Anselmet, con Nicolò Ernesto Canclini quinto assoluto e miglior italiano. Nella generale il molvenese Federico Nicolini è 17° e Davide Magnini 27°. I due trentini, in una stagione di alti e bassi, si sono però presi la soddisfazione di salire due volte sul podio nelle varie tappe: il vermigliano dell’Esercito si è piazzato secondo nell’individual di Cortina d’Ampezzo e il molvenese del Brenta Team terzo nella vertical race di Schaldming. Analizzando poi la graduatoria di specialità lo svizzero Rémi Bonnet è primo sia nell’individual, con Magnini settimo e Federico Nicolini 15°, sia nella vertical race con il molvenese sesto.
I giovani atleti primierotti Hermann Debertolis e Vincenzo Taufer sono risultati assoluti protagonisti invece nella under 20, con Debertolis vincitore della coppa generale (primo nell’individual e vertical, secondo nella sprint) e Taufer terzo nella generale (terzo individual, sesto nella vertical, decimo nella sprint).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.