menu
Varie

Premiazione a Villa Madruzzo per il Gs Fiamme Oro

Gli atleti delle Fiamme Oro premiati a Villa Madruzzo
Gli atleti delle Fiamme Oro premiati a Villa Madruzzo

Il Gruppo Sportivo Fiamme Oro degli sport alpini ha scelto la nobiliare cornice del XVI secolo di Villa Madruzzo per ospitare l’annuale raduno, con la consueta premiazione degli atleti che si sono maggiormente distinti durante la passata stagione agonistica.
Una cerimonia alla quale hanno presenziato il Prefetto di Trento Dott. Filippo Santarelli, il Questoredi Trento Dott. Maurizio Improta, i Presidenti del CONI trentino Paola Mora, e del CIPTrentino Massimo Bernardoni, il Presidente della FASI Davide Battistella, Il segretariogenerale della FISG Ippolito Sanfratello, il Presidente della FISI Trentino Tiziano Mellarini, e altre numerose autorità civili e militari.
Ad aprire la cerimonia, il Direttore del Centro Addestramento Alpino di Moena e vice Presidente Vicario delle Fiamme Oro Primo Dirigente della P. di S. Dott. Stefano Valeri: ho il piacere di ricevere a questo evento numerose autorità fra le quali il Prefetto diTrento e il Questore di Trento per festeggiare la stagione che si è da poco conclusa con numerose soddisfazioni in molte discipline. Porto anche il saluto del Presidente del Gruppo Sportivo Fiamme Oro Direigente Generale della P. di S. Dott. Francesco Montini, ricordando che quest’anno si festeggia il 70° anniversario delle Fondazione del nostrosodalizio che è impegnato per dare la possibilità a molti giovani atleti di realizzarsi sportivamente all’interno dell’amministrazione che garantirà loro anche un futuro lavorativo”.
Durante la premiazione sono stati conferiti dalle autorità presenti ben 48 riconoscimenti ad atleti appartenenti alle 18 differenti specialità che fanno capo al centro nazionale delle Fiamme Oro di Moena. Gli atleti Cremisi hanno conquistato complessivamente:
1 titolo mondiale nell’arrampicata sportiva con Matteo ZURLONI, 3 medaglie iridate nel Curling con la squadra di RETORNAZ, MOSANER e ARMAN, due argenti mondiali nello short track con Arianna SIGHEL e Gloria IORIATTI; 5 medaglie ai campionati europei nel pattinaggio artistico, nel biathlon, nello short track, nell’arrampicata sportiva e nel curling, 2 titoli olimpici giovanili con Carlotta GAUTERO nel biathlon e Fabrizio POZZI nello sci di fondo, e Maria GISMONDI campionessa mondiale juniores nello sci di fondo. Negli sport paraolimpici Jacopo LUCHINI nello snowboard ha vinto la coppa del Mondo generale, mentre nello sci alpino Renè DE SILVESTRO ha colto il 2° posto. Ben 13 sono gli atleti che nelle differenti discipline sono saliti sul podio in coppa del Mondo fra i quali Federico PELLEGRINO nello sci di fondo e Daniele BAGOZZA nello snowboard, 10 titoli nazionali assoluti fra i quali la slalomista Marta ROSSETTI e 9 titoli italiani giovanili.
Ad allietare la giornata il cantante lirico Francesco Filizzola, che sulle note di “Nessun dorma” ha sottolineato i valori sportivi ed umani che contraddistinguono gli atleti impegnati negli sport invernali, l’impegno necessario per conquistare questi risultati e la passione che anima chi lavora per riuscire a ottenerli.
Un tributo è andato anche agli atleti che hanno concluso la loro carriera agonistica come Nadya Ochner, Federica Sanfilippo, Samuel Costa, Karoline Pichler, Mattia Armellini ed al tecnico Gianantonio Zanetel che dopo 36 anni di attività nello sci di fondo è andato in pensione.
La coordinatrice del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro settore sport alpini Erica Antoniol, che ricopre questo ruolo da circa un anno ed omaggiata con un mazzo di fiori dai suoi tecnici, ha chiuso la giornata portando i saluti del Presidente delle Fiamme Oro Francesco Montini, impossibilitato a presenziare all’evento, ma sempre attento alle attività del centro di Moena. “Rigrazio tutti gli sponsor che supportano il nostro lavoro, ringrazio le autorità per essere presenti oggi e il Direttore del Centro Addestramento Alpino di Moena il quale si dimostra sempre disponibile ad aiutarmi. Auguro a tutti gli atleti di proseguire con lo stesso impegno in vista delle Olimpiadi estive di Parigi 2024 dove saranno impegnati gli arrampicatori e all’evento di casa nel 2026 auspicando di ripetere i prestigiosi risultati ottenuti a Pechino nel 2022.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,674 sec.