menu
Sci Fondo

Salvadori e Ganz pronti per le tappe fiemmesi

Giandomenico Salvadori
Giandomenico Salvadori

Andata in archivio anche la due giorni di Oberstdorf, ora il Tour de Ski entra nel vivo con le ultime due tappe che si disputeranno in Val di Fiemme. Nella sprint a tecnica classica di sabato 1 marzo sul gradino più alto del podio è salito il superfavorito Johannes Klaebo (al terzo successo in quattro gare), che ha superato la resistenza di Erik Valdnes, secondo al traguardo, mentre Paal Golberg si è piazzato terzo davanti a Even Northug. Ottima prestazione di Francesco De Fabiani, sempre più a proprio agio nel torneo e in crescendo di condizione. Il valdostano del Centro Sportivo Esercito ha superato i quarti di finale con autorevolezza e in semifinale è stato ripescato in una run molto tirata e competitiva. Nella finale a sei ha provato a fare il ritmo, poi ha ceduto all’incessante ritmo imposto dai vichinghi, ma il sesto posto rappresenta il suo miglior piazzamento in carriera in una sprint alternata, alle spalle dello svedese Calle Halfvarsson, e soprattutto gli vale il quinto posto nella classifica provvisoria del tour, a circa 1 minuto dal podio. Fuori invece nei quarti uno sfortunato Federico Pellegrino, quarto tempo nelle qualificazioni ed eliminato per un nonnulla, mentre Maicol Rastelli aveva centrato l’obiettivo del superamento del taglio con il sedicesimo tempo e poi è uscito nella batteria di De Fabiani. Bocciati al mattino Davide Graz, Giandomenico Salvadori, Paolo Ventura e Martin Coradazzi.

Nella sprint femminile la russa Natalia Nepryaeva ha rimontato in vista del traguardo la svedese Johanna Hagstroem, terza la finlandese Johanna Matintalo. Buona difesa di Greta Laurent, buona settima nell’ordine d’arrivo ed eliminata in semifinale, out nei quarti Lucia Scardoni e Caterina Ganz. Fuori nelle qualificazioni Anna Comarella, Cristina Pittin e Martina Di Centa.
Domenica giornata di riposo per riprendere in Val di Fiemme lunedì 3 e martedì 4 gennaio con una 15 km maschile e una 10 km femminile a tecnica classica e il final climb sull’Alpe del Cermis.
Prima delle due gare trentine la classifica generale maschile vede al comando il norvegese Johannes Hoestflot Klaebo con il tempo complessiovo di 1h11'23", ma soprattutto con un vantaggio di 1'03" sul compagno di squadra Paal Golber, quindi il russo Alexander Bolshunov ha un ritardo di 1'19". E' decisamente interessante la posizione del valdostano Francesco De Fabiani, che è quinto a 2'21" dal leader, intenzionato più che mai a lasciare il segno soprattutto nella 15 km del lunedì a Lago di Tesero. Restando nel team Italia Federico Pellegrino si trova in 27esima posizione a 4'53” di gap, Maicol Rastelli 31esimo a 5'09", il primierotto Giandomenico Salvadori 32esimo a 5’10" e il teserano Paolo Ventura 44° a 5’51".
In campo femminile guida la generale la russa Natalia Nepryaeva che ha un tempo complessivo di 53'40", ma con soli 34 secondi di vantaggio sulla finlandese Kerttu Niskanen, quindi terza a 38” è piazzata la statunitense Jessie Diggins. Prima delle azzurre è la moenese Caterina Ganz, che si trova in 23esima posizione ed ha un ritardo di 3’1" dalla leader. A seguire Lucia Scardoni è 21esima a 3’39”, Anna Comarella 42esima a 4’22”, Cristina Pittin 53esima a 5’17”, Martina Di Centa 54esima a 5’37” e Greta Laurent 60esima a 6’29”.

La generale maschile dopo 4 tappe
La generale femminile dopo 4 tappe

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,527 sec.