menu
Sci Alpino

Gross vince lo slalom intitolato a Fontanive

Stefano Gross (foto Piazzi)
Stefano Gross (foto Piazzi)

Uno Stefano Gross dominante si porta a casa lo slalom “FIS” di Pampeago, valido per il “Memorial Roberto Fontanive”, indimenticato ed indimenticabile tecnico dello sci alpino “Fiamme Gialle” che ci ha lasciati troppo presto, nell’agosto del 2017, a causa di un improvviso malore mentre era in montagna, nella zona del Rifugio Torre di Pisa, con gli atleti della squadra di sede. Una vittoria “speciale” in tutti i sensi quella ottenuta oggi da Gross, che negli anni in cui era stato atleta di sede del Gruppo Sciatori Fiamme Gialle di Predazzo si allenava proprio con Fontanive. La super prestazione di Gross, in testa anche al termine della prima manche, è stata il modo più bello per onorare la memoria di un tecnico amato e stimato da tutto l’ambiente dello sci. Sul podio con il finanziere fassano sono saliti anche il poliziotto Filippo Della Vite, secondo a 34 centesimi (con il miglior crono nella seconda manche), e il giovane portacolori della Sezione Giovanile delle Fiamme Gialle, Corrado Barbera, finito sul gradino più basso del podio (+0”39) dopo essere stato terzo, ex-aequo proprio con Della Vite, anche al termine della prima run. Quarta piazza, a 90 centesimi dal leader, per l’altra “Fiamma Gialla” Alex Hofer che ha preceduto di 3 centesimi il fresco campione del mondo juniores di discesa e combinata, Giovanni Franzoni. Poi, nell’ordine, troviamo Hannes Zingerle 6° (era secondo a metà gara), il fiemmese Davide Leonardo Seppi 7°. l’austriaco Jakob Greber 8° mentre completano la top-ten Edoardo Saracco 9° e Stefano Pizzato 10°.

I vincitori dello slalom con la famiglia Fontanive (foto Elvis)
I vincitori dello slalom con la famiglia Fontanive (foto Elvis)

La seconda gara di un’intensa giornata, organizzata come da tradizione dal collaudato tandem Gruppo Sciatori Fiamme Gialle – U.S. Dolomitica di Predazzo, ha visto protagoniste le ragazze, impegnate sempre fra i pali stretti dello slalom. A vincere, conquistando quindi il “Memorial Roberto Fontanive”, è stata la portacolori delle “Fiamme Oro” di Moena Vivien Insam, che al pari di Stefano Gross ha dominato sin dalla prima manche. L’altoatesina ha preceduto di 17 centesimi l’austriaca Sophia Waldauf, che ha confermato il risultato della prima run, mentre sul terzo gradino del podio, staccata di 32 centesimi dalla leader, è salita la fresca vincitrice del titolo nazionale assoluto Petra Unterholzner (Fiamme Azzurre). Quarta piazza per l’altra austriaca Sarah Prantl, +0”64, mentre al 5° posto troviamo la carabiniera Emma Wieser, protagonista di una splendida rimonta nella discesa decisiva (ben 9 posizioni recuperate e terzo tempo di manche). Al sesto posto si è classificata, con il miglior crono parziale e 11 posizioni rimontate, l’olandese Kiara Derks, poi nell’ordine sono finite Francesca Fanti 7^, la statunitense Stella Johansson 8^, la svizzera Janine Maechler 9^ con la slovena Nika Tomsic che completa la top-10 di una gara dalla ricca partecipazione di atlete estere.
Nel corso di questa giornata, accompagnata da uno splendido cielo azzurro e da ancora ottime condizioni della neve, si sono sfidati ben 104 uomini e 64 donne, numeri davvero niente male considerando che siamo già ad aprile inoltrato.
Domani si replica, sempre a Pampeago e sempre con la regia U.S. Dolomitica- G.S. Fiamme Gialle, con altri due slalom validi per il “Trofeo Paolo Varesco e Mario Deflorian”. Start della prima run previsto alle ore 09.00, sempre sull’impegnativo pendio della pista “Agnello”.

Le classifiche

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,437 sec.