menu
Sci d'erba

Zamboni è campione del mondo junior di super combinata

Filippo Zamboni in azione
Filippo Zamboni in azione

Il ventunenne Filippo Zamboni si è messo al collo la medaglia d’oro ai campionati mondiali junior di sci d’erba in corso di svolgimento a Neudorf, in Germania. Il campigliano, già vincitore lo scorso anno di ben 4 medaglie ai mondiali di specialità, si è confermato sul tetto del mondo nella supercombinata, seconda gara della rassegna 2022.
Una vittoria costruita grazie ad una strepitosa prova nello slalom speciale, la disciplina dove riesce ad esprimersi al meglio. Al termine della prova di superG si era infatti piazzato in terza posizione, con un distacco di 34 centesimi dal leader provvisorio, il ceco Alex Knor e al suo compagno di squadra Jan Borak.
Il trentino, tesserato con il Campiglio Ski Team si è reso protagonista di una grande manche di slalom nel pomeriggio, grazie alla quale ha recuperato fino al primo posto, precedendo di 4 centesimi Borak, continuando la personale tradizione positiva che lo ha visto mettersi al collo un oro in slalom e un bronzo nel supergigante iridato di Stitna Nad Vlari del 2019, un argento in supercombinata e un bronzo in supergigante nella successiva rassegna del 2021 disputata sempre sulla pista ceca, e adesso questo importante riconoscimento sulla pista tedesca. Senza dimenticare che Zamboni poche settimane fa si era aggiudicato anche la Coppa del Mondo Junior.
In rimonta hanno concluso anche gli altri azzurri al via: Nicolò Schiavetti è risalito dal nono al quarto posto, Michael Bertagno dal decimo al sesto, Roberto Cerentin dall’undicesimo al settimo, Nicolò Pettini è rimasto ottavo. Out gli altri due trentini Nathan Seganti ed Alex Galler.
Nel superG di mercoledì, vinto dal ceco Knor, Zamboni aveva concluso in quarta posizione, con un distacco di 1”32 dal vincitore e a soli 14 centesimi dalla zona medaglie, con l’altro azzurro Schiavetti quinto, quindi gli altri trentini Nathan Seganti è terminato settimo ed Alex Galler sedicesimo.
La notizia è stata appresa con entusiasmo anche dal presidente del Comitato Trentino Tiziano Mellarini, che ha sempre creduto e investito in questo settore, come testimoniano le medaglie tricolori e i risultati delle ultime stagioni: «E’ un grande orgoglio – ha commentato Mellarini – poter festeggiare il primo titolo del nuovo quadriennio federale. Filippo aveva già mostrato tutto il suo talento lo scorso anno, vincendo quattro medaglie mondiali e si è ripetuto anche oggi. Una vittoria che testimonia l’ottimo stato di salute di questo settore. Un grazie va all’allenatore trentino Roberto Parisi, che da anni fa crescere i talenti trentini e della nazionale, un risultato che viene pochi giorni dopo il successo organizzativo delle finali Fis children di Malga Rivetta. E i mondiali non sono ancora finiti…».
Venerdì 19 agosto il programma proseguirà con la disputa dei due giganti, chiusura sabato 20 agosto con gli slalom, maschile e femminile, dove Zamboni è intenzionato ad incidere nuovamente.
Peccato che ai campionati mondiali junior 2022 non ci siano per infortunio gli altri due trentini che vinsero medaglie dodici mesi fa, ovvero Ambra Gasperi e Andrea Iori.

Il podio con Filippo Zamboni sul gradino più alto del podio
Il podio con Filippo Zamboni sul gradino più alto del podio

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.