menu
Sci Fondo

Doppia medaglia per Alice Leoni ai tricolori under 16

Alice Leoni
Alice Leoni

E’ Alice Leoni, portacolori del Gs Marzola, la reginetta delle gare individuali ai campionati italiani under 16 di sci di fondo di Pragelato, in provincia di Torino. La giovane sciatrice di Dro ha infatti vinto la medaglia d’oro nella individuale a tecnica classica, quindi l’argento nella sprint a skating, dimostrando anche a livello nazionale di attraversare un ottimo momento di forma.
Nella 5 km a tecnica classica Alice è subito riuscita ad imporre un ottimo alla sua prestazione, chiudendo la prova con un vantaggio di 6 secondi sulla piemontese Matilde Giordano che aveva vinto la sprint proprio davanti alla trentina. Per quanto riguarda i piazzamenti della rappresentativa gialloblù nella individual Anastasia Morandini della Cauriol ha chiuso sesta, Gaia Leoni del Marzola decima, Chiara Doliana della Cauriol tredicesima, Anita Giacometti del Ledrense 25esima, Sara Forlin del Primiero 28esima e Clara Facchini della Dolomitica 29esima.
Nella sprinta che ha visto trionfare Matilde Giordano su Alice Leoni, in chiave trentina Anastasia Morandini della Cauriol si era fermata ai quarti di finale, con il 13esimo posto, quindi Gaia Leoni 23esima e Clara Facchini 29esima.
Nella sprint maschile ha vinto il livignaso Natan Bormolini, mentre il primo trentino è risultato Fabio Mozzi del Brentonico uscito ai quarti e 16° in classifica, quindi Nicolò Calzà della Ledrense è 22°, Mark Kudiyev dello Sci Fondo Val di Sole 24°, Thomas Maestri del Carisolo 25°, Alessandro Marta della Cauriol 30°.

Alice Leoni
Alice Leoni

Nella 7,5 km individuale maschile l’oro è del Veneto grazie ad Edoardo Trombetta, mentre rimane un pizzico di delusione al brentegano Fabio Mozzi, che ha chiuso quarto a soli 5 secondi dalla medaglia. Emanuele Franzoni della Polisportiva Molina ha chiuso 13°, Mark Kudiyev 15°, Francesco Romagna 18°, Thomas Maestri 22°, Nicolò Calzà 25° ed Enrico Bucci 27°.
Le gare di Pragelato hanno visto in gara anche i senior nelle gare di Coppa Italia. Per quanto riguarda le sfide individuali.
Come da pronostico, Mattia Armellini si è rivelato ancora una volta l’uomo da battere. Dopo essersi aggiudicato l’individuale di Schilpario (Bergamo), il fondista delle Fiamme Oro ha messo il sigillo anche sulla prova piemontese, tagliando il traguardo in 33’18’’7. Alle sue spalle, si è piazzato Luca Del Fabbro delle Fiamme Gialle (33’26’’2), davanti all’alpino Daniele Serra (33’31’’). Quinta piazza assoluta e prima tra gli Under 23 per Alessandro Chiocchetti (Fiamme Gialle; 33’47’’9), seguito da Mauro Balmetti (Fiamme Oro; 33’55’’4) e Fabrizio Poli (Under Up Ski Team Bergamo; 34’12’’4).
Dominio dell’alpina Martina Bellini nella prova femminile. L’atleta dell’Esercito è stata la più veloce a percorrere i 10 chilometri di gara, facendo scattare il cronometro sul 25’10’’2, davanti a Sara Hutter delle Fiamme Oro (25’48’’3), prima tra le Under 23, mentre Stefania Corradini (Sottozero Nordic Team; 25’49’’9), vincitrice della sprint di ieri, è andata a completare il podio. Per quanto riguarda le Under 23, Veronica Silverstri delle Fiamme Gialle (26’09’’5). ha raccolto la seconda posizione, davanti a Maria Eugenia Boccardi (Under Up Ski Team Bergamo; 26’12’’3).
Nelle sprint, invece, dopo aver realizzato il terzo tempo nelle qualifiche, il carabiniere Riccardo Bernardi è stato il primo a tagliare il traguardo nella finale Senior. Bernardi ha preceduto l’atleta della Fiamme Oro, Mattia Armellini, e Giacomo Gabrielli dell’Esercito. Oltre alla gara assoluta, Riccardo Bernardi ha conquistato anche la prova Under 23, davanti a Nicolò Cusini (Esercito) e Alessandro Chiocchetti (Fiamme Gialle). Vittoria di Stefania Corradini nella prova femminile. La fondista del Sottozero Nordic Team, che aveva realizzato il quarto crono in qualifica, ha saputo trovare lo spunto vincente in finale, precedendo così l’alpina Laura Colombo e Sara Hutter delle Fiamme Oro, prima tra le Under 23. Veronica Silvestri (Fiamme Gialle) ed Emilie Jeantet (Esercito) hanno completato il podio di categoria, chiudendo in quarta e sesta posizione assoluta.
Nella giornata di domenica spazio alla chiusura con le sfide in staffetta.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.